PQM DI ITALIANO

Views:
 
Category: Education
     
 

Presentation Description

No description available.

Comments

Presentation Transcript

PROGRAMMAZIONE PERCORSO FORMATIVO: RECUPERO NUCLEO TEMATICO:GRAMMATICA (Codice 5, Ambito Sintassi) “La sintassi della frase complessa. Le frasi relative” :

PROGRAMMAZIONE PERCORSO FORMATIVO: RECUPERO NUCLEO TEMATICO:GRAMMATICA (Codice 5, Ambito Sintassi) “ La sintassi della frase complessa. Le frasi relative”

PowerPoint Presentation:

Il percorso descrive un argomento di sintassi comune nella pratica didattica ma ne propone un approfondimento in chiave teorico-metodologica. si fa riferimento alla teoria valenziale.

Gli obiettivi formativi :

Gli obiettivi formativi raggiungimento di una solida conoscenza delle caratteristiche che distinguono la frase complessa dalla frase semplice; capacita di individuare le relazioni che legano le frasi subordinate alla frase semplice centrale da cui dipendono e la loro differente natura (di argomenti necessari o di espansioni accessorie); capacita di riconoscere e analizzare le frasi relative in questo quadro, sapendo anche costruire schemi e grafici per visualizzare i risultati dell’analisi.

PowerPoint Presentation:

I punti fondamentali che devono essere chiari per affrontare lo studio delle frasi complesse sono il concetto di argomento e di frase nucleare nel quadro delineato da Tesniere: egli ha descritto il verbo come il perno da cui dipende tutta la frase, dal punto di vista sintattico e dal punto di vista semantico. Nel quadro da lui elaborato il verbo è visto come il centro della predicazione. Esso necessita di alcuni elementi, chiamati argomenti, per realizzare una predicazione che abbia pienezza di significato. Il verbo, con gli argomenti che lo completano (che lo “saturano”, per usare la metafora chimica tanto cara a Tesniere), formano il nucleo della frase, la frase cosiddetta minima. Nel rapporto tra frase minima e frase semplice sta il cuore della teoria valenziale.

PowerPoint Presentation:

Finalità Il percorso si situa nel nucleo tematico di Grammatica e fa riferimento al Codice 5, Ambito Sintassi, secondo quanto riportato nell’ultima versione del Quadro di Riferimento INVALSI per l’italiano del 28 febbraio 2011. Il percorso affronta l’analisi della frase complessa secondo il quadro teorico valenziale, presentandola sulla base delle relazioni che le frasi che la compongono stabiliscono con la frase principale reggente (nelle grammatiche la frase principale è spesso chiamata frase centrale ). Tra queste si analizza in dettaglio la frase relativa, che viene inquadrata nell’ambito delle relazioni che stabilisce con l’elemento (un nome, ma anche un qualsiasi altro elemento con funzione di nome) che le fa da referente e attraverso uno studio delle caratteristiche formali e funzionali.

PowerPoint Presentation:

Descrizione del percorso didattico Attività 1 – La frase complessa secondo l’approccio valenziale Attività 2 – La frase relativa come modificatore del nome (Scheda per lo studente) Attività 3 – Le relative non sono tutte uguali (Scheda per lo studente) Verifica Attività di recupero Attività integrative

PowerPoint Presentation:

Il percorso si pone in continuita con quello di Letizia Rovida, nell’offerta PQM del 2011/2012, che ha descritto la frase semplice nell’ambito della teoria valenziale. E ha la finalità di ampliare il quadro di riflessione per affrontare la nozione di frase complessa , attraverso una analisi piu approfondita delle frasi relative. Due sono i punti su cui si vuole offrire una proposta che chiarifichi e migliori il modo di affrontare alcune questioni da parte dei manuali di grammatica tradizionale. Il primo concerne la natura delle frasi subordinate che vengono qui presentate in base alla relazione che le lega al verbo della frase centrale reggente: esse possono svolgere la funzione di argomenti della frase, quindi essere necessarie e “completare” il senso della reggente stessa (sono le COMPLETIVE). Senza di esse, la reggente non può essere interpretabile. Oppure possono svolgere una funzione accessoria, analoga a quella che svolgono le espansioni del nucleo nella frase semplice. Sono frasi la cui presenza non inficia l’interpretabilita della reggente (sono i MARGINI). Il secondo punto concerne la natura delle relative. Esse sono considerate come modificatori del nome e quindi viste e analizzate in base alla relazione che stabiliscono con il loro antecedente. In questo modo risultera piu semplice affrontare la diversità delle loro tipologie ( appositive vs. restrittive ) perche sara chiara la diversa relazione che stabiliscono con il nome. La ricaduta didattica e evidente: si potrà chiarire l’uso della punteggiatura e della morfologia verbale in questo tipo di frasi in modo immediato, utilizzando visualizzazioni grafiche coerenti e chiare.

PowerPoint Presentation:

Metodologia pqm metodologia cooperativa dello STAD ( Student Team Achievement Divisions ), che consente di dividere la classe in gruppi organizzati dal docente e che si basa su tre principi: - la presenza di una ricompensa di gruppo che favorisce la motivazione di tutti i componenti del gruppo stesso; - l’importanza della responsabilità di ciascuno: ognuno deve impegnarsi perchè il gruppo raggiunga il suo obiettivo; - l’uguale opportunità di successo per tutti i componenti dei gruppi e per tutti i gruppi: la ricompensa deve essere data in base ai progressi e non ai risultati.

PowerPoint Presentation:

Dizionari De Mauro, T. (2007). Grande Dizionario Italiano dell’Uso (GRADIT), UTET , Torino. il Sabatini Coletti, (2011), Dizionario della lingua italiana , Milano, Rizzoli-Larousse. Sitografia http://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano Ė la versione in rete de il Sabatini Coletti cartaceo. (luglio 2012) http://dizionari.hoepli.it/Dizionario_Italiano.aspx?idD=1 Ė la versione in rete del Grande Dizionario Italiano di Aldo Gabrielli cartaceo. (luglio 2012) http://www.iea.nl Il sito dell ’International Association for the Evaluation of Educational Achievement (IEA) raccoglie la documentazione relativa alle analisi condotte dall’IEA (quadri di riferimento, domande rilasciate, rapporti nazionali e internazionali). La lingua del sito e l’inglese. (luglio 2012) http://www.pisa.oecd.org Si tratta del sito dedicato all’indagine PISA ( Programme for International Student Assessment ). Riporta anche informazioni sulle indagini in corso di analisi, in particolare su PISA 2009, che e stata dedicata in modo speciale alla lettura. (luglio 2012) http://www.sapere.it/sapere/dizionari.html Nel sito dell’enciclopedia De Agostini e possibile consultare dizionari in rete. (luglio 2012) www.accademiadellacrusca.it Il sito dell’Accademia dedica uno spazio alla consulenza linguistica e ad una raccolta di articoli significativi su temi di storia della lingua. (luglio 2012)

authorStream Live Help