Conferenza su internet e la crisi

Views:
 
     
 

Presentation Description

Internet per rilanciare l'economia. Come il web può aiutare ad uscire dalla crisi creando lavoro

Comments

Presentation Transcript

PowerPoint Presentation:

Martedì 27 Marzo 2012 – Circolo Briciole A cura di Giacomo Rutili www.giacomorutili.it Crisi? Quale crisi?

PowerPoint Presentation:

?

4 modi per creare valore:

4 modi per creare valore Incrementando il PIL Creando posti di lavoro Favorendo la crescita e le esportazioni delle aziende Offrendo agli utenti di internet un surplus di valore derivante da benefici aggiuntivi che la rete mette a disposizione gratuitamente Fonte DAG - www.digitaladvisorygroup.it

Incremento PIL:

Incremento PIL 2010 economia digitale rappresenta +2% PIL (30 mld di €) VS 5% di sve ed UK Prospettive di crescita Dal 2005 l'economia digitale cresce 10v l'anno VS crescita PIL e contribuito 14% crescita complessiva Contributo ROPO (research online, purchase offline) 46% dei contratti agenzie immobiliari nel 2010, (circa 26 miliardi € ), ha avuto origine o è stato supportato dal Web 10% dei mutui , (oltre 4 miliardi € ), erogato con supporto del Web quasi la metà degli acquirenti di automobili ha utilizzato il Web per orientarsi nella scelta turismo fortemente influenzato dal fatto che un numero sempre maggiore di viaggiatori effettua ricerche e prenotazioni online . In Italia, l’effetto cumulativo del fenomeno ROPO nel 2010 è stimato in circa 20 miliardi di euro .

Posti di lavoro:

Posti di lavoro McKinsey & Company , in Italia sono stati creati circa 700.000 posti di lavoro collegati al Web negli ultimi 15 anni. 60% è direttamente collegato a Internet , tanto nei settori altamente digitalizzati (sviluppo di software, telco, Web site), quanto nei settori più tradizionali (Web marketing o di ICT nel settore bancario). 40% lavoro “indotti” , creati nei settori economici a supporto indiretto dell’economia digitale Internet NON riduce i posti di lavoro tramite la disintermediazione dei canali distributivi o l’aumento della produttività E' VERO che alcuni posti di lavoro sono stati riconvertiti o eliminati dalla diffusione di Internet, MA molti di più ne sono stati creati, anche grazie all’emergere di nuovi modelli di business e alla nascita di nuove professioni: tecnici informatici agli esperti di digital marketing addetti che effettuano consegne delle merci acquistate online etc

Posti di lavoro:

Posti di lavoro Nei 13 paesi analizzati: Il Web ha creato in media 2,6 posti di lavoro VS 1 posto perso (in SVE +3,9) nel 2011, nei soli Stati Uniti, + 180.000 posti di lavoro orientati allo sviluppo di applicazioni per la piattaforma Facebook creando la “Facebook App Economy” (12 miliardi di USD) In ITA 1,8 nuovi posti di lavoro VS 1 perso In totale: +320.000 nuovi posti di lavoro creati dalla nascita di Internet (anche il mio! :D)

In Italia:

In Italia

Sviluppo imprese:

Sviluppo imprese dimostrato che Internet può dare un forte impulso: crescita economica , esportazioni redditività delle piccole e medie imprese importante leva per l’espansione internazionale, EPPURE molte PMI non sfruttano appieno il loro potenziale digitale su oltre 4.800 PMI in 13 paesi, (415 ITA), esiste stretta correlazione tra il livello di utilizzo di Internet di un’impresa e la capacità di crescere ed esportare A livello INTERNAZIONALE : le aziende con forte presenza nel mondo digitale sono cresciute a una velocità più che doppia rispetto a quella delle aziende con una presenza minima o completamente assenti, indipendentemente dal settore economico in cui operano. le PMI che utilizzano anche il commercio elettronico hanno esportato il doppio di quelle che non lo utilizzano.

Sviluppo imprese:

Sviluppo imprese in ITALIA aziende ad alta intensità di Web (vendono online e investono oltre il 2% del fatturato annuo in tecnologie legate al Web) hanno registrato un tasso di crescita elevato , (circa + 10% annuo) , rispetto alle aziende a bassa intensità di Web . Le imprese ad alta intensità hanno esportato più del doppio , con una media dei ricavi oltre confine superiore al 5% , rispetto a poco più del 2% delle aziende poco attive sul Web. Internet migliora anche la redditività: Stimola il fatturato Abbassa il costo del venduto Riduce le spese amministrative, grazie ad aumento produttività Le imprese italiane che hanno assegnato più del 5% dei propri dipendenti a mansioni correlate al Web o alle tecnologie digitali hanno riportato un margine operativo del 50% superiore a quello delle società con scarsi investimenti in Internet

Sviluppo imprese:

Sviluppo imprese Un vantaggio economia online , spesso ignorato, è che essa non sostituisce , bensì integra le attività tradizionali e le aiuta a crescere . nei 13 paesi analizzati, il 75% dell’impatto economico di Internet proviene dalle aziende di tipo tradizionale che non si definiscono “ pure player ” del Web, grazie all’ aumento di produttività derivante dall’innovazione . Anche in Italia, negli ultimi tre anni, il 78% dei benefici totali in termini di aumento dei ricavi e maggiore redditività è da attribuire alle imprese tradizionali e solo il 22% ai “pure player”.

Surplus di valore per utenti internet:

Surplus di valore per utenti internet Internet ha cambiato le nostre vite, consentendoci di accedere a servizi gratuiti finanziati dalla pubblicità online (e dai nostri dati): navigazione posta elettronica servizi informativi tramite i motori di ricerca servizi collaborativi quali i wiki, i blog e i social network. Etc La disponibilità di questi servizi è un valore aggiunto rispetto al passato, oltre all’impatto economico di Internet sul PIL. Tale surplus di valore è calcolabile sulla base del valore dei servizi online per il consumatore , al quale devono essere sottratti i costi associati all’uso di quei servizi (costi dei servizi a pagamento, valore negativo delle interruzioni pubblicitarie, etc) In Italia nel 2009 tale surplus di valore è ammontato a circa 7 miliardi di euro , vale a dire a 21 euro al mese per ogni famiglia connessa . ogni euro investito dalle imprese in spese di marketing online (circa 1 miliardo di euro in Italia nel 2010) si traduce in un beneficio di 7 euro per gli utenti in termini di uso gratuito di servizi finanziati dalla pubblicità online.

Surplus di valore per utenti internet:

Surplus di valore per utenti internet benefici concreti: accelerare la ricerca di un posto di lavoro (motori di ricerca, linkedin, anche chat!) semplificare la vita quotidiana (servizi cloud etc) aiutare a instaurare e a mantenere le relazioni sociali (social network) condividere le conoscenze (forum, blog etc) ridurre le emissioni globali tramite la “dematerializzazione” (diffondendo la musica su supporti digitali MP3 piuttosto che su CD etc) riduzione degli spostamenti (sostituendo i viaggi con le videoconferenze)

In Italia:

In Italia Web Intensity Index l’e-ngagement = intensità di utilizzo di Internet da parte dei consumatori, delle aziende e delle pubbliche amministrazioni; l’e-nvironment = l’accesso alle infrastrutture e la diffusione della banda larga; l’e-xpenditure = volume di e-commerce e di pubblicità online.

Internet: la 5° potenza mondiale:

Internet: la 5° potenza mondiale Tra circa quattro anni circa tre miliardi di utenti online (“internauti”) il valore complessivo di internet risulterà pari a 4.200 miliardi $ soltanto nei paesi del G20 => internet una tra le principali potenze economiche al mondo Prendendo in considerazione i miliardi di dollari corrispondenti al giro d’affari che ruoterà attorno ad internet nel 2016 e confrontandolo con i vari colossi rappresentati dagli stati nel mondo è possibile inserire internet e, di conseguenza, l’economia del web, direttamente al quinto posto in classifica tra le potenze mondiali . => se internet fosse uno stato seguirebbe Usa, Cina, Giappone e India Tutto ciò è possibile grazie alla straordinaria e continua crescita di internet , (mai arrestata dal 1985), e che continuerà ad aumentare del 10% nei paesi sviluppati. In quelli in via di sviluppo arriverà al 24% , specie in Argentina ed India. Anche l’Italia e Regno Unito è prevista una buona crescita pari al 12% e all’11%. L'aumentare delle persone presenti online sarà inoltre conseguenziale al sempre maggiore allargamento delle possibilità di accesso alla rete, sopratutto da mobile, e alla sempre maggior presenza dei social network . Fonte BCG

Detto questo...:

Detto questo... si parla tanto di meritocrazia , che in italia non esiste etc allora perché non confrontarsi con il mondo intero ed uscire dagli schemi tradizionali? Un sito web ci mette potenzialmente in contatto con tutto il mondo Internet, permette la smaterializzazione, l'azzeramento delle distanze, la dislocazione di progetti, condivisione di esperienze e molto altro Bisogna pensare in GRANDE La convinzione di una buona idea , l'entusiasmo e la perseveranza nel perseguire un progetto, i costi ridotti della tecnologia, la spinta propositiva derivante dal seguire esempi positivi (multi nazionali nate in garage) e la passione devono fare da traino Le buone idee premiano. L'Italia ne sa sapeva qualcosa :) La soluzione non è nella lotteria o il grande fratello ma nella comprensione di un bisogno e nella realizzazione della soluzione di esso. Crearsi nicchia ed avere aspettative che siano coerenti con lo sforzo prefissato

Case history:

Case history Groupon : specializzata nella vendita online di coupon che permettono di acquistare prodotti e servizi a prezzi molto contenuti Il giorno di esordio alla borsa di New York il titolo di Groupon ha guadagnato circa il 40%, mentre tante aziende vedevano bruciare il valore delle proprie azioni Groupon è una grande azienda ma lo stesso concetto si può applicare anche alle piccole attività commerciali : quelle che stanno utilizzando correttamente gli strumenti che il web offre stanno sicuramente molto più in salute dei propri concorrenti

Case history:

Case history Facebook Dal 2007 è uno dei 10 siti più visitati al mondo ed è il sito numero uno negli Stati Uniti per foto visualizzabili, con oltre 60 milioni di foto caricate settimanalmente. gli utenti italiani nel mese di novembre 2011 sono 21 milioni, di cui 13 milioni si collegano ogni giorno Genn 2011 Goldman Sachs investe in Facebook 450 milioni di dollari facendolo rivalutare alla cifra astronomica di 50 miliardi di dollari etc

PowerPoint Presentation:

Case history

Già, twitter:

Già, twitter In Italia

E Google:

E Google Impensabile pensare di lavorare con internet senza aver presente quanto conta Google SEO, SEM, AdSense Feed Mail + Calendar Chrome, Chrome OS Android Alert Docs Picasa Google+ Youtube Blogger Analytics

E in Italia?:

E in Italia? Volunia

E in italia?:

E in italia? Poi?

Identità digitale:

Identità digitale In Italia a livello aziende siamo messi male TUTTAVIA Ci si può sempre avvalere di quanto c'è già in giro Internet può rivelarsi una vera e propria ancora di salvezza, sia perché permette di avviare una nuova attività a costi bassissimi sia perché permette di entrare in contatto diretto con le aziende, bypassando i canali tradizionali (agenzie di collocamento etc). Es: LinkedIn ha ribaltato il modo di cercare lavoro Il presente futuro è costituito dai blogger che hanno messo a disposizione la propria professionalità senza ricevere nulla in cambio e ora sono contesi dalle aziende disposte a pagare per avere le loro consulenze . Questi sono casi a cui guardare con la consapevolezza che forse , oggi, è meglio puntare su se stessi che cercare un fantomatico “posto fisso” (che è monotono, vero Monti?).

Case history: persone:

Case history: persone Luca de Biase giornalista, scrittore, blogger etc Paolo attivissimo Blog, anti bufale, etc. Giorgio Taverniti: giorgiotave.it Forum seo, convegni etc Giuliano Ambrosio: juliusdesign.net Blog, web design etc. ...

Case history: persone:

Case history: persone Beppe Grillo (Comico, blogger, opinion leader) Dagospia (gossip, politica, tv etc) Franca Sozzani (vogue italia, opinion leader nella moda) "Fenomeni" da YouTube: Clio Make up (tutorial make up, ora conduttrice tv etc) Willwoosh (video divertenti, ora radio dj, film, comparsate tv etc) Rémi Gaillard (calciava palloni nei cestini... ora testimonial nike) marc martel queen (cantava emulando F. Mercury. Poi ha cantato CON i Queen) I soliti idioti (da nicchia a youtube e ritorno con film al cine, san remo etc) Per i più curiosi: http://www.blogitalia.it/classifica/ wikicorsoweb.altervista.org/index.php/I_blog_:_Blog_famosi

E quindi?:

E quindi? Alcuni suggerimenti per il tempo libero: Blog come punto di partenza Creare contenuti frequentemente Scrivere lingua corretta (google translator vi ama) Argomenti interessanti, non copiati Cercarsi / crearsi una nicchia Diventare punto di riferimento Crearsi una reputazione

E poi?:

E poi? Promuoversi tramite social Facebook Twitter LinkedIn Google+ (cambierà il modo di cercare su internet) Canale youTube Tutti questi suggerimenti valgono per qualsiasi ambito lavorativo, contesto, passione, settore, dote, idea etc etc.

Grazie:

Grazie www.giacomorutili.it

Fonti citate:

Fonti citate www.mysocialweb.it www.digitaladvisorygroup.it McKinsey & Company Boston Consulting Group American Chamber of Commerce in Italy

authorStream Live Help