dieta iporoteica

Views:
 
     
 

Presentation Description

allestimento di un dieta iporoteica

Comments

Presentation Transcript

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO: Dalla Teoria alla Pratica Roberta Tundo Dietista AUSL Le/1 Presidio Ospedaliero Nardo' - Copertino

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. Il Dietista “mediante l'elaborazione del piano dietetico, deve applicare la migliore evidenza fornita dalla ricerca alle caratteristiche del singolo paziente”. ANDID. Ruolo del dietista nella gestione nutrizionale dei pazienti con malattia renale cronica. - Posizione ANDID, 2004.

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. Il Dietista “concorda con il paziente un programma di educazione alimentare che utilizza strumenti quali- e/o quantitativi volti al raggiungimento degli obiettivi terapeutici”. ANDID. Ruolo del dietista nella gestione nutrizionale dei pazienti con malattia renale cronica. - Posizione ANDID, 2004.

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. “La promozione della compliance/concordance al piano dietetico deve essere ottenuta ogniqualvolta possibile attraverso un programma di educazione alimentare fondato sul paziente e coordinato dal Dietista”. ANDID. Ruolo del dietista nella gestione nutrizionale dei pazienti con malattia renale cronica. - Posizione ANDID, 2004.

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. La “TRADUZIONE” di un protocollo dietetico in un menù adeguato alle abitudini alimentari ed allo stile di vita del paziente è il passaggio più delicato effettuato dal Dietista. “La gestione nutrizionale della malattia renale deve essere affidata ad un Dietista 'esperto '”. ANDID. Ruolo del dietista nella gestione nutrizionale dei pazienti con malattia renale cronica. - Posizione ANDID, 2004.

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. Strumenti: - STORIA DIETETICA - DIARIO ALIMENTARE - CONTROLLI PERIODICI FREQUENTI - FOCUS GROUP

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. STORIA DIETETICA DIARIO ALIMENTARE - Validi supporti per conoscere lo stile di vita del paziente e verificarne l'adesione alla dieta. - Indispensabili per costruire un menù appropriato.

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. CONTROLLI PERIODICI FREQUENTI - Il primo approccio del paziente alla dieta ipoproteica spesso si traduce in una riduzione del consumo di prodotti aproteici ritenuti poco gradevoli. - Il paziente tende anche a ridurre i condimenti attribuendo al proprio protocollo dietetico l'accezione comune di “dieta”. - Di conseguenza viene ridotto il complessivo apporto calorico provocando un ulteriore danno metabolico organico.

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. FOCUS GROUP - Organizzare incontri non solo fra i pazienti, ma anche con i loro familiari, per discutere le principali problematiche. Punti Critici: - Scarsa abilità nel preparare gli alimenti aproteici; - Frequente scarsa disponibilità di tempo per la preparazione dei cibi; - Riconversione della famiglia.

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. Insegnare al paziente come preparare con alimenti a basso contenuto proteico piatti sfiziosi ed appetibili ed al tempo stesso semplici e veloci. Sensibilizzare la famiglia evidenziando i punti di forza di questo indirizzo dietetico: - basso contenuto in proteine animali, - basso contenuto in acidi grassi saturi, - basso contenuto in Na ++

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. OBIETTIVI La “dieta” fa bene a tutti, permette di mantenere il piacere della convivialità ed il gusto del mangiare.

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. DIETA MEDITERRANEA Unico indirizzo nutrizionale per tutta la famiglia con una sola variante: la pasta e gli altri prodotti aproteici

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. INCENTRARE l'attenzione su alcuni alimenti a basso contenuto proteico. PROPORRE ricette per tutta la famiglia. CONSIGLIARE metodi di cottura per preparare primi piatti in 15 minuti. TRASFERIRE i “segreti” adottati da alcuni pazienti per preparare i cibi aproteici.

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. QUALI ALIMENTI ? Consentiti condimenti quali l' olio d'oliva extravergine , la salsa di pomodoro , le erbe aromatiche , il peperoncino (migliorano la sapidità dei cibi compensando la scarsità di altri condimenti) . Validi anche per spuntini e merende alternative come: bruschette di pane aproteico con olio , pomodoro e rucola o pane aproteico con olio e origano o con pesto alla genovese.

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. LE VERDURE Pasta o riso aproteici come alimento base conditi con salsa o sughi di sole verdure (per diete ipoproteiche e vegetariane) . - Condimenti adatti per tutta la famiglia. - Tempi medi di preparazione e cottura 15-20 min . - Indicate anche le verdure surgelate per velocizzare i tempi di preparazione.

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. ESEMPI Pasta o riso aproteici con: - melanzane e pomodorini - salsa di peperoni frullati - zucchine stufate - cime di rapa o broccoli Risotti: - ai funghi - agli spinaci - ai carciofi Zuppe di pasta o riso con verdure

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. PIATTI UNICI (indicati solo nelle diete ipoproteiche) - Risotto con radicchio trevigiano e scamorza affumicata - Fusilli aproteici con carciofi e gamberetti - Tagliatelle aproteiche al ragù di carne Piccole quantità di prosciutto, speck, formaggio, pesce o carne migliorano il gusto e la presentazione dei piatti, evitando di dover inserire porzioni troppo ridotte di pietanze. L'apporto calorico-proteico sarà integrato nell'arco della giornata a compensazione del pranzo (mediante liste di scambio di alimenti).

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. PIATTI UNICI AL FORNO (1 h di preparazione) - Lasagne vegetariane - Tortino di riso e bietole - Peperoni ripieni di riso e carne. - Melanzane o zucchine ripiene di carne e pane aproteico - Fusilli aproteici con pomodorini, origano e mozzarella Per la besciamella si utilizza il latte aproteico. Per i ripieni si utilizza pane biscottato aproteico grattugiato.

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. FOSFORO Per diminuire l'apporto di fosforo i formaggi sono inseriti solo 2 volte alla settimana. Il latte aproteico è consigliato a prima colazione, come bevanda dissetante e nelle varie preparazioni.

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. POTASSIO Quando è necessario diminuire l'apporto di Potassio con gli alimenti si consiglia di cuocere le verdure già tagliate in pezzi in due acque consecutive o di lessarle in abbondante acqua prima di procedere ad altro tipo di cottura (in forno, fritture, ecc.) .

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. DIETE FORTEMENTE IPOPROTEICHE SUPPLEMENTATE CON MISCELE DI A.A. CHETOACIDI E IDROSSIACIDI (Kcal 30-35/Kg di peso ideale) Si determinano ulteriori problematiche poich è , dovendo escludere i cibi contenenti proteine di origine animale (carni, pesci, uova, salumi, latticini, formaggi sostituiti con le cps di chetoacidi e idrossiacidi), le pietanze sono costituite da verdure e i primi piatti sono a base di pasta a riso aproteici (necessaria ottima motivazione del paziente).

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. .... ANCORA VERDURE In questo tipo di diete si consiglia di preparare contorni di verdure che abbiano l'aspetto della pietanza: - verdure in besciamella (preparata con latte aproteico) - verdure ripiene (peperoni, melanzane, pomodori, zucchine) di riso o pane aproteico con capperi o olive - verdure fritte in olio - focacce o torte salate con verdure (radicchio, spinaci, carciofi, scarola, broccoli) preparate con farina aproteica e olio

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. DIETE FORTEMENTE IPOPROTEICHE SUPPLEMENTATE Nella nostra esperienza si è rilevato un notevole miglioramento della compliance (sino al 90%), senza alcuna significativa influenza sui parametri clinici, inserendo 1 o 2 pasti liberi alla settimana. In tal caso si sospende l'assunzione delle cps. di a.a. chetoacidi e idrossiacidi di un pasto ed in quello stesso pasto si inserisce una pietanza a base di carne o pesce.

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. .... E SE IL PAZIENTE MANGIA FUORI CASA? Si può proporre la scelta di un piatto a basso contenuto proteico tipo il riso condito in maniera semplice oppure il classico panino al prosciutto e verdure grigliate, compensando poi l'apporto proteico-calorico negli altri pasti della giornata (per es. spuntini con grissini aproteici da portare al lavoro, ecc.).

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. .... E I DOLCI ? Se non sussistono altre complicanze, quali il diabete, si possono preparare diversi tipi di dolci con farina aproteica, bevanda aproteica al latte, ecc.

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. .... E PER FINIRE Due ricette molto gradite ai pazienti.

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. Polpette di Melanzane (quantità per 1 porzione) ricetta indicata nelle diete ipoproteiche KCal 500 – Prot: g 11 – Lipidi: g 30 – Glucidi: g 44 Na ++ : mg 180 – K + : mg 450 – Ca ++ : mg 200 – P: mg 230 Ingredienti: melanzane: g 200, parmigiano: g 15, uovo: g 25, pane biscottato aproteico grattugiato: g 40, menta, olio d'oliva extravergine: g 30 Preparazione: Lessare le melanzane con la buccia, pelarle, strizzarle e lasciarle sgocciolare in un colino per circa 1 ora. Quindi tritarle, mescolarle con l'uovo, il pan grattato, il formaggio e la menta tritata. Preparare alcune polpette e cuocerle in forno con un goccio d'olio su ogni polpetta per 15 min a 180-200° (disposte su di una teglia con carta da forno) oppure friggerle in olio d'oliva extravergine.

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. Pane pizza con pomodorini (quantità per 1 porzione) ricetta per diete vegetariane suppl. con ketoanaloghi KCal 850 – Prot: g 2 – Lipidi: g 48 – Glucidi: g 104 Na ++ : mg 60 – K + : mg 340 – Ca ++ : mg 60 – P: mg 65 Ingredienti: pane aproteico a fette: g 100, pelati o pomodorini in scatola: g 80, bevanda aproteica al latte: cc 50, olive nere: g 20, capperi: 1 cucchiaino, olio d'oliva extravergine: g 30, origano Preparazione: Bagnare il pane aproteico con il latte aproteico e disporlo in una teglia; aggiungere i pelati a dadini o i pomodorini; condire con olio abbondante, olive, capperi e origano; infornare per 15 min circa in forno caldo a 200°. Eventualmente, questa ricetta può essere variata a piacere aggiungendo per es. verdure tipo carciofini, peperoni o melanzane già grigliate.

PowerPoint Presentation:

ALLESTIMENTO DI UN MENU' IPOPROTEICO. CONCLUSIONI Trasferire al paziente ed alla sua famiglia alcune indicazioni utili a costruirsi autonomamente un menù appropriato aderente al 90% al protocollo dietetico. NON “PRESCRIZIONE” MA “EDUCAZIONE” perchè mangiare è cultura; e cultura è amore della sapienza ossia ricerca della verità.

authorStream Live Help