Angeli e Diavoli

Views:
 
Category: Education
     
 

Presentation Description

No description available.

Comments

Presentation Transcript

Slide 1: 

ANGELI E DIAVOLI

Slide 2: 

Cominciamo con una breve premessa di carattere filosofico utile a comprendere il significato del cosiddetto Male presente sul nostro pianeta. Un giorno il Venerabile Reggitore di questo Sistema Solare volle creare uno spazio virtuale a scopo didattico, un vero e proprio pianeta-scuola all'interno del quale alle anime fosse consentito di evolvere sviluppando più consapevolezza. Un ambiente dove un'anima potesse gradualmente accorgersi di esistere e costruirsi gli strumenti per incrementare la sua conoscenza del mondo. Allora Egli mise in azione dei Ministri, cioè delle forze coscienti che predisponessero questo particolare pianeta. Tali forze costruttive portano in manifestazione la Sua idea, sono …

Slide 3: 

… i messaggeri della Sua volontà: gli angeli (dal gr. angelos = messaggero). Apriamo un inciso per dire che un "principio" o una "forza" sono degli esseri viventi coscienti, e non qualcosa di inanimato o astratto. Non si deve infatti pensare che, ad esempio, la "forza di gravità" non sia un'entità cosciente; essa è rappresentata da una serie di esseri viventi emanati da Lui per manifestare questo aspetto della Sua intelligenza creativa. Se un pianeta gira intorno a una stella è perché "qualche intelligenza" opera affinché ciò possa accadere: fra il pianeta e la stella ci sono degli esseri intelligenti che organizzano le vibrazioni allo scopo di consentire a tale qualità divina …

Slide 4: 

… di manifestarsi. Lo stesso dicasi per ogni altra legge o principio, e in particolare per il "principio della d u a l i t à", il principio che consente la presa di coscienza delle anime. Vi sono quindi angeli appositamente incaricati di provvedere alla manifestazione del principio della dualità. Il pianeta che gli angeli-messaggeri concepiscono per ordine del Creatore, allo scopo di permettere l'evoluzione della coscienza nelle anime, è un ambiente dove vige il principio della dualità, che si manifesta nelle coppie di opposti (io/gli altri, giusto/sbagliato, bene/male, bello/brutto, caldo/freddo, giorno/notte...). Il pianeta nel quale le creature sono soggette alla dualità è chiamato Terra.

Slide 5: 

Questo ambiente duale è una matrice energetica costituita da tre piani (fisico, emotivo, mentale) dove gli esseri viventi possono cogliere una dualità illusoria e divenire progressivamente più consapevoli di esistere. Se infatti un uomo non si sente separato dal resto del mondo non può individualizzarsi e prendere coscienza di sé. Essendo tali angeli essi stessi dualità, traggono dalla propria sostanza la sostanza degli atomi che costituiscono i piani del pianeta. La matrice (dal lat. matrix = utero) non è altro che il campo energetico di una "realtà virtuale immersiva" all'interno della quale ogni anima può edificare la propria personale realtà duale; essa è il campo formato dai tre piani della personalità del …

Slide 6: 

… pianeta (fisico, emotivo, mentale), i quali sono infatti costruiti con una sostanza che è in sé stessa duale, cioè composta di atomi duali. Per tale motivo è impossibile all'uomo cogliere l'Amore assoluto, che è sintesi - Unità - fino a quando rimane identificato con una personalità duale che appartiene al pianeta. L'ambiente duale è detto illusorio in quanto nessuna contrapposizione può mai esistere di per sé; stiamo infatti parlando di coscienze che nascono nell'Uno per volontà dell'Uno, e non c'è mai stata, né potrebbe esserci, alcuna reale scissione. Vivere all'interno della matrice formata dai tre piani procura però un'allucinazione consensuale che fa temporaneamente credere …

Slide 7: 

… alle anime di essere separate le une dalle altre e ognuna dall'universo; ma, ribadisco, questo non è realmente possibile, perché l'esistenza è sempre solo Una. Gli angeli relativamente alla nostra manifestazione svolgono dunque la funzione di diavoli, creano cioè la falsa divisione (dal gr. diabolos = colui che divide, colui che getta [ballein] differenza [dia]). L'angelo svolge il mestiere di diavolo (=creatore di separatività), ma rimane sempre un angelo, un messaggero che manifesta delle forze cosmiche restando costantemente al servizio del Superiore. Fino a qui quello del diavolo è quindi un compito previsto e indispensabile.

Slide 8: 

Lucifero è, si dice, il migliore fra essi, il Suo preferito, egli è il lucis - ferum = il portatore di luce, cioè colui che permette la luce della consapevolezza grazie alla dualità; eppure proprio lui guida la ribellione. La ribellione deve accadere in quanto il Venerabile Reggitore per poter divenire consapevole di sé deve fare in modo che una parte di sé, una parte che Gli è massimamente cara - Lucifero, appunto - si illuda di potere separarsi, allo scopo di creare il necessario attrito nella manifestazione. Il Male non può essere altro che una parte del Bene che si illude di separarsi da esso, di poterlo combattere esprimendo così il suo libero arbitrio e provocando una salutare "frizione".

Slide 9: 

Dobbiamo rendere omaggio al Male se oggi possiamo essere consapevoli. Il termine diavolo deve essere una volta per tutte spogliato di ogni fuorviante significato ecclesiastico-morale. La nera figura con la coda e con le corna (simbolo di dualità e quindi falsità) simboleggia unicamente un'entità capace di manifestare la dualità dell'esistenza, un processo scientifico indispensabile al fenomeno della coscienza. Il diavolo non è cattivo, nel senso in cui lo intendiamo noi, è semplicemente duale. Fa il suo dovere. La Terra è un'anima, un essere consapevole - a un livello evolutivo superiore a quello umano, e per noi inimmaginabile - che evolve, ed è costituito da tre piani.

Slide 10: 

I frammenti dell'Uno - le anime - precipitando in questo ambiente duale vestono tre gusci - il corpo fisico, il corpo emotivo e il corpo mentale - utilizzando il materiale duale che trovano nei tre piani del pianeta. Tali involucri duali consentono alle anime di cogliere una realtà separata da sé e di divenire così sempre più consapevoli di esistere e sempre più capaci di conoscere la Bellezza insita nell'universo. La percezione di un "esterno a sé", di un "altro da sé" consente di prendere di riflesso sempre più coscienza di sé. E' un conoscersi in negativo.

authorStream Live Help