ASPETTANDO GLI ASTROFILI

Views:
 
Category: Entertainment
     
 

Presentation Description

No description available.

Comments

Presentation Transcript

ASPETTANDO GLI ASTROFILI….:

ASPETTANDO GLI ASTROFILI…. LAVORO SVOLTO DA LORENZO LUCARINI - CLASSE 3 B – SCUOLA A. VOLTA sede: c/o 1° Circoscrizione del Comune di Ancona Via Cesare Battisti, 11 - 60123 ANCONA telefono: 338 6390606 (presidente Davide Ballerini) indirizzo e-mail: ama@amastrofili.org sito internet: www.amastrofili.org gruppo Facebook : Associazione Marchigiana Astrofili ( A.M.A. ) osservatorio astronomico "Paolo Senigalliesi" località: Pietralacroce (Ancona) latitudine: 43° 36' 33" Nord longitudine: 13° 31' 57" Est altezza sul livello del mare: 170 metri

IL SISTEMA SOLARE :

IL SISTEMA SOLARE

PowerPoint Presentation:

La Terra fa parte del SISTEMA SOLARE, un insieme di corpi celesti che ruotano attorno al Sole. La scienza che studia l’origine e l’evoluzione del Sistema Solare è la cosmogonia. Fin da XVI secolo la maggioranza degli scienziati era convinta che la Terra si trovasse al centro dell’Universo, fermo ed immobile e che tutti i corpi celesti ( Sole, Luna, stelle e pianeti) le girassero attorno descrivendo orbite più o meno complesse

PowerPoint Presentation:

Questo modello, detto modello geocentrico, era stato proposto dall’astronomo e geografo alessandrino Claudio Tolomeo nel II sec. d.C. (in suo onore fu detto anche modello tolemaico) e si accordava con le idee dei grandi filosofi greci, in particolare con quelle di Aristotele, la cui autorità era allora indiscussa.

PowerPoint Presentation:

Nel 1543 l’astronomo polacco Niccolò Copernico (1473- 1543) ipotizzò un nuovo modello in cui era invece il Sole a trovarsi immobile al centro dell’universo, mentre la Terra e i pianeti gli ruotavano attorno descrivendo orbite circolari. Questo modello detto modello eliocentrico, era per quel tempo rivoluzionario e fu combattuto da un gran numero di oppositori anche se oggi sappiamo che era esatto almeno su un punto fondamentale ovvero che è proprio la Terra, assieme ad una moltitudine di corpi celesti appartenenti al Sistema solare, a muoversi attorno al Sole.

PowerPoint Presentation:

I primi tentativi di spiegare la formazione del Sistema Solare risalgono all’epoca dell’”entrata in vigore” del modello eliocentrico, grazie alle osservazioni di Galileo Galilei che, grazie al suo cannocchiale, poté osservare direttamente il comportamento dei pianeti, notarne l’irregolarità delle superfici e scoprire addirittura che attorno a Giove ruotavano quattro piccoli pianeti: se questo accadeva per Giove era ancor più credibile che gli altri pianeti ruotassero attorno al Sole

PowerPoint Presentation:

Nello stesso tempo Keplero ( Johannes Kepler) descrisse matematicamente, con le sue leggi il moto dei pianeti. Legge n. 1 “ L’orbita di un pianeta è un’ellisse di cui il sole occupa uno dei fuochi”. Questa legge fu una grande vittoria della ragione scientifica sui pregiudizi religiosi. Infatti si riteneva, fin dall’antichità, che i corpi celesti, per loro natura immutabili e perfetti, dovessero necessariamente avere delle orbite circolari poiché sfera e circolo erano considerate forme geometriche perfette.

PowerPoint Presentation:

Tuttavia Keplero non riusciva a spiegare il perché di questi comportamenti enunciati nelle sue leggi. La risposta fu fornita ottant’anni dopo, nel 1687 da Isaac Newton che enunciò la legge della gravitazione universale.

PowerPoint Presentation:

Il Sole Il Sole è nato circa cinque miliardi d’anni fa e, secondo gli scienziati, vivrà per altri cinque miliardi di anni. Esso ci appare come un’enorme palla di fuoco solo per la sua vicinanza; infatti, dista dalla Terra appena 150 milioni di chilometri, una distanza molto piccola in confronto agli anni luce che ci separano dalle altre stelle. La sua luce impiega circa otto minuti per giungere sino a noi.

PowerPoint Presentation:

Il Sole è una sfera di gas ed è costituito quasi totalmente da idrogeno (85%) ed elio (25%), sono presenti inoltre tracce d’ossigeno, carbonio e azoto. Il suo diametro è di 1400000Km e la sua massa è pari a 328000 volte la massa del nostro pianeta. La temperatura alla superficie è di circa 6000°C.

PowerPoint Presentation:

La superficie visibile del Sole è la fotosfera (in pratica sfera di luce), un sottile involucro incandescente. La fotosfera ha un aspetto granulare, con zone chiare e zone più scure. Le zone chiare sono le più calde mentre quelle scuri hanno una temperatura inferiore.

PowerPoint Presentation:

Nella fotosfera sono evidenti grandi macchie scure, le cosiddette macchie solari, variabili come posizione e come dimensioni. Si tratta d’immensi vortici di gas ad una temperatura di circa 4000°C, estese per decine di migliaia di chilometri.

PowerPoint Presentation:

Il nucleo è la sede delle reazioni di fusione nucleare che generano l’energia solare. Intorno alla fotosfera si trova un altro involucro sottile: la cromosfera (cioè sfera colorata) che è formata da gas. Violente emissioni di luce si possono estendere verso l’esterno con una protuberanza.

PowerPoint Presentation:

Il Sole invia nello spazio una grandissima quantità d’energia. Come viene generata l’energia? Nel nucleo del Sole la temperatura è elevatissima e questo favorisce la trasformazione dell’idrogeno in elio, mediante reazioni nucleari di fusione. Durante queste reazioni vengono liberate enormi quantità di energia. Dal nucleo l’energia si trasmette fino alla superficie solare e da lì viene irradiata nello spazio. Parte di quest’energia raggiunge la Terra. La trasformazione dell’idrogeno in elio sta avvenendo da almeno cinque miliardi d’anni e si calcola che saranno necessari altri cinque miliardi di anni perché tutto l’idrogeno del Sole si trasformi in elio. A questo punto cesseranno le reazioni nucleari e il Sole non produrrà più energia.

PowerPoint Presentation:

Intorno al Sole ruotano otto pianeti che non emettono luce. Appaiono luminosi perché riflettono la luce del Sole

PowerPoint Presentation:

I pianeti più vicini sono: Mercurio, Venere, Terra, e Marte. Questi quattro pianeti hanno caratteristiche simili: densità abbastanza elevata e volume non troppo grande. Sono chiamati pianeti interni (si trovano tra il sole e la fascia di asteroidi) o pianeti di tipo terrestre. Sono formati soprattutto da silicati e hanno probabilmente un nucleo di ferro

PowerPoint Presentation:

Gli altri pianeti sono chiamati pianeti esterni (si trovano oltre la fascia di asteroidi). Giove, Saturno, Urano e Nettuno hanno densità molto bassa rispetto ai pianeti interni e un volume molto grande.

PowerPoint Presentation:

I pianeti esterni hanno temperature molto basse a causa della loro distanza dal Sole. Intorno a molti pianeti, in particolare a quelli esterni, ruotano corpi celesti più piccoli: i satelliti.

PowerPoint Presentation:

La Luna La Luna è l’unico satellite naturale della Terra, la sua massa è 1/81 di quella terrestre e il suo raggio è circa un terzo di quello della Terra. La distanza media della Luna dalla Terra è poco più di 380.000 Km. La Luna quindi è abbastanza grande e vicina alla Terra. Si può, infatti, vedere anche ad occhio nudo

PowerPoint Presentation:

Non ha atmosfera e quindi con un normale binocolo si possono osservare nitidamente le caratteristiche della sua superficie. Si distinguono zone scure, regioni chiare e grandi crateri e montagne.

PowerPoint Presentation:

Le pianure, chiamate mari (anche se sulla Luna non vi è acqua!), sono molto vaste e coperte di soffice polvere. I mari hanno nomi come mare della tranquillità, mare della serenità, mare delle piogge.

PowerPoint Presentation:

LE DUE FACCE DELLA LUNA Dalle osservazioni astronomiche si può rilevare che la Luna rivolge verso la Terra sempre la stessa faccia. Il suolo della faccia visibile della Luna presenta, come abbiamo visto, vaste pianure, catene di montagne, rilievi isolati e numerosi crateri. Le pianure sono invece molto scarse nella faccia non visibile.

PowerPoint Presentation:

I moti della Luna La Luna compie un moto di rotazione intorno al proprio asse. Inoltre ruota intorno alla Terra con un moto di rivoluzione. L’orbita è ellittica e la Terra occupa uno dei fuochi. Il periodo di rivoluzione della Luna è chiamato mese. L’orbita lunare è leggermente inclinata rispetto a quella della Terra. Nel corso del mese la Luna attraversa il piano dell’eclittica due volte, in due punti chiamati nodi. La Luna ruota intorno alla Terra e la segue nel suo moto intorno al Sole. Dunque il nostro satellite si muove anche intorno al Sole. La Luna rivolge verso la Terra sempre la stessa faccia. Chiediamoci ora il perché. Per trovare la risposta è necessario osservare la durata dei suoi moti di rotazione e di rivoluzione.

PowerPoint Presentation:

La Luna impiega esattamente lo stesso tempo a compiere una rotazione completa su se stessa e una rivoluzione intorno alla Terra. Dunque, mentre ruota su se stessa, gira intorno alla Terra e, quando ha terminato la rotazione, ha anche completato la sua orbita. La conseguenza è che un punto della sua superficie rivolto verso la Terra mantiene sempre la sua posizione rispetto al nostro pianeta. Dalla Terra si vede quindi un emisfero della Luna, mentre l’altro rimane nascosto

PowerPoint Presentation:

Le fasi lunari La Luna appare nel cielo sereno a volte come un disco luminoso, altre volte come una falce e in alcuni giorni può anche non vedersi del tutto. Osserviamo la Luna in alcuni giorni del mese.

PowerPoint Presentation:

A ll’inizio del mese lunare la Luna non è praticamente visibile, perché si trova tra il Sole e la Terra. La Luna in questa posizione è detta Luna nuova e questa fase è detta novilunio.

PowerPoint Presentation:

N ei giorni seguenti appare illuminata una parte sempre maggiore e si parla di Luna crescente fino a che appare una metà esatta della faccia visibile In questo periodo la Luna è visibile la sera, a ovest, dopo il tramonto del Sole.

PowerPoint Presentation:

Con il passare dei giorni, aumenta la parte visibile e la Luna crescente mostra la sua “gobba” verso ovest. La Luna arriva cosi a trovarsi dalla parte opposta del Sole rispetto alla Terra e l’emisfero appare illuminato. È la Luna piena o la fase di plenilunio. La Luna è visibile alta nel cielo in piena notte.

PowerPoint Presentation:

N ei giorni seguenti la parte illuminata diminuisce e si ha la luna calante fino a quando appare una metà esatta dell’emisfero lunare. È l’ultimo quarto. Successivamente, la falce di Luna visibile diventa sempre più sottile e il ciclo ha terminato con la fine del mese. Per osservare dobbiamo rivolgere lo sguardo a est prima del sorgere del Sole.

PowerPoint Presentation:

FINE

authorStream Live Help