Carrara: le alluvioni procurate. Come difenderci

Views:
 
Category: Others/ Misc
     
 

Presentation Description

Dopo l'alluvione di Carrara del 2003, le due alluvioni del 2012 e il crollo arginale del 2014, con questo video-denuncia Legambiente chiede le dimissioni della giunta comunale mettendo in luce come –per il suo operato quotidiano, ispirato da ben altre priorità– la sua politica sia una vera e propria "fabbrica occulta" del rischio alluvionale. Vengono quindi esaminate le cause del rischio alluvionale di Carrara e proposte misure radicali che integrino l'obiettivo della sicurezza in tutte le politiche territoriali. Al monte: eliminare i ravaneti (discariche di cava) che riempiono di detriti i corsi d'acqua; liberare i canali dalle loro camicie di forza in cemento; restituire ai corsi d'acqua l'alveo oggi occupato dalle strade, ricostruendole a mezza costa. Sull'asta principale del Carrione: delocalizzare gli insediamenti industriali per consentire un generoso allargamento dell'alveo. Al mare: eliminare le previsioni del porto turistico e dell'ampliamento di quello commerciale poiché ostacolerebbero il deflusso delle piene. Nella pianificazione urbanistica: eliminare le previsioni edificatorie nelle aree inondabili, anche dopo la loro messa in sicurezza. Sul reticolo idrico minore: restituirgli spazio e dignità con l'approccio della rinaturalizzazione e riqualificazione. Ovunque: censire e rimuovere tutte le criticità (tombature, arginature inaffidabili, strozzature idrauliche, ecc.). Durata: 90 min

Comments

Presentation Transcript

PowerPoint Presentation:

Giuseppe Sansoni Carrara, 15 dicembre 2014 Istituto Zaccagna, aula magna Carrara Carrara: le alluvioni procurate. Come difenderci

PowerPoint Presentation:

Le cause dell’alluvione Argine crollato (114 m)

PowerPoint Presentation:

crollo argine: cause e responsabilità proposte (buongoverno del territorio) restituire spazio agli alvei (occupati da strade) basta edificazione nelle aree inondabili eliminare ravaneti, detriti, terre al monte restituire spazio agli alvei (delocalizzare segherie) controllare criticità idrauliche non peggiorare: eliminare previsione porto turistico partecipazione: governare “con” i cittadini (non “per”)

PowerPoint Presentation:

crollo argine: cause e responsabilità restituire spazio agli alvei (occupati da strade) basta edificazione nelle aree inondabili eliminare ravaneti, detriti, terre al monte restituire spazio agli alvei (delocalizzare segherie) controllare criticità idrauliche non peggiorare: eliminare previsione porto turistico partecipazione: governare “con” i cittadini (non “per”) proposte (buongoverno del territorio)

PowerPoint Presentation:

Le cause: Genio Civile, 17/11/14: « il progetto omologato prevedeva un nuovo muro con propria fondazione , mentre dagli accertamenti che è stato possibile effettuare risulta che sia stato realizzato un sovralzo del muro precedente, in netta difformità da quanto omologato» previsto così (muro fondato) realizzato così muro appoggiato a massi preesistenti 1) esecuzione difforme dal progetto

PowerPoint Presentation:

Le cause: niente gara Appalto spezzettato in lotti sotto 500.000 € importo lotto 5 – stralcio B 408.071 € + IVA 490.000 € vantaggi (per chi?) niente collaudo! Progettista: F. Del Mancino Direzione lavori: F. Del Mancino Calcoli strutturali: F. Del Mancino Coordinatore progettaz.: F. Del Mancino Coordinatore esecuzione: F. Del Mancino (basta certificato regolare esecuzione) F. Del Mancino 2) appalti “spezzatino”

PowerPoint Presentation:

Le cause: Provincia da febbr. 2013 (varie lettere) segnalazioni falla, fessure, filtrazioni da muro argine Comune Cittadini Comune 9.7.13 Provincia 23.7.13 Comune svolto sopralluogo, individuata fessura con stillicidio, contattata impresa affinché tamponi fessure. timori dei cittadini, chieste approfondite verifiche e adozione provvedimenti per scongiurare pericolo esondazioni (lavoro poi eseguito, ma problema persiste, n.d.r.) 17.4.14 trasudamento e allagamento strada persistono; siamo preoccupati di cedimento muro d’argine (innalzato mantenendo alla base il vecchio muro) Cittadini Provincia Provincia 25.1.2013 nuovo sopralluogo, ma strada era asciutta. «Sentito per vie brevi anche il progettista, non risultano criticità di tipo strutturale ». Comune 5.11.14 CROLLO ! visto che il muro arginale crollato il 27 nov. 2012 a Nazzano era in calcestruzzo non armato e privo di ancoraggio in fondazione, va verificato se esistono altri tratti di argine con stesse modalità costrutti-ve. Se così fosse  grave pericolo altri crolli Comune Provincia E PRIMA ? 3) segnalazioni e fatti trascurati 29.4.14

PowerPoint Presentation:

Le cause: Gen. 2010 Ott. 2010 Nov. 2014 Determina Provincia 9.7.10 «nel corso dei lavori di scavo della fondazione del nuovo muro arginale in alcuni tratti sono emersi nidi di ghiaia che rendono necessario realizzare un diaframma impermeabile con l’uso di limi». « Constatato che gli interventi per il completamento dell’argine erano stati avviati e non completati » … intervento di somma urgenza ( 224.000 € , ditta Elios, Aulla) poiché, in seguito all’allagamento del dic. 2009, si è verificato il «deterioramento dell’argine del Carrione ad Avenza, a valle di via Pucciarelli, che poteva creare, in caso di ulteriore piena, lo scalzamento di un complementare tratto del muro ». 2006 Progetto: 2 lotti a 2 ditte (ma stesso indirizzo) 13.9.07 omologazione Genio Civile 25.9.07 Provincia approva progetto stralcio B 8.4.08 affidamento a Co.Ge. 17.3.10 conclusione lavori 3.6.10 certificato regolare esecuzione Però, poco dopo, l’argine è a rischio crollo! 3) segnalazioni e fatti trascurati

PowerPoint Presentation:

crollo argine: cause e responsabilità restituire spazio agli alvei (occupati da strade) basta edificazione nelle aree inondabili eliminare ravaneti, detriti, terre al monte restituire spazio agli alvei (delocalizzare segherie) controllare criticità idrauliche non peggiorare: eliminare previsione porto turistico partecipazione: governare “con” i cittadini (non “per”) proposte (buongoverno del territorio)

PowerPoint Presentation:

A causa di tale mancata risposta, Legambiente si trova costretta ad intervenire ed esprimere giudizi sulla sola base del quadro tanto scarno quanto allarmante ricavabile dalla stampa. Verrebbero impiegati ingenti stanziamenti (pare 40 miliardi) per interventi di "definitivo risanamento" dei corsi d'acqua succitati, consistenti in: "pulizia" degli alvei e delle sponde dalla vegetazione, dragaggio dei sedimenti (a partire dalla foce e procedendo verso monte) e collocazione in discarica dei materiali rimossi. Lavori su corsi d’acqua 1994 2006 Al comune di Carrara, a seguito delle alluvioni del novembre scorso, sono stati assegnati circa 6 miliardi per realizzare interventi finalizzati alla sicurezza idraulica; il comune ha manifestato l’intento di impiegare circa la metà di tali fondi per interventi sul torrente Parmignola. Legambiente da molti anni avanza critiche ai tradizionali interventi fluviali realizzati dal Genio Civile (dragaggi dell’alveo, rettifiche del tracciato, cementificazione delle sponde, ecc.) in quanto, oltre ad essere devastanti sul piano ambientale, si rivelano spesso controproducenti dallo stesso punto di vista idraulico. Propone, invece, una nuova strategia di intervento mirata Proposte Parmignola, 1995 Alluvioni: (riassunto proposte inascoltate) Fossa Maestra, 1995 In primo luogo ribadisce l’esigenza improcrastinabile di giungere alla realizzazione di un parco urbano attrezzato comprendente tutta l’area di Villa Ceci; in questa ottica ritiene inopportuna e da contrastare decisamente qualsiasi ipotesi di edificazione nell’area in questione, anche per quanto riguarda la porzione di essa posta a monte dell’autostrada. Considera inoltre indispensabile in prospettiva ottenere, con gli opportuni incentivi e disincentivi, la delocalizzazione della segheria Vanello la cui presenza rappresenta una ferita tra il parco di Villa Ceci e quello che Legambiente propone da tempo di realizzare, dopo opportune opere di rinaturalizzazione, lungo le sponde del Carrione. Villa Ceci, delocalizzaz. segherie 1995 l’area Vanello è da considerarsi ad alto pregio ambientale in quanto immediatamente adiacente al parco di Villa Ceci; Legambiente si batte da tempo affinché non vengano occupate ulteriormente le aree adiacenti al Carrione, per non pregiudicare la possibilità della futura rinaturalizzazione dello stesso e di realizzarvi interventi volti a garantire la sicurezza idraulica degli abitati (ad es. aree inondabili per la laminazione delle piene); Esposto segheria Vanelo, 1994 Oggetto: osservazioni al Nuovo Piano Regolatore Portuale di Marina di Carrara Al Ministero dell'ambiente, Servizio V.I.A. Via C. Colombo, 44 00147 Roma Osservazioni Piano Reg. Porto, 2002 Progetto Fossa Maestra, 1999 2003 Intervistato al riguardo, perfino il sindaco Segnanini sottolinea le responsabilità umane, affrettandosi però a precisare che ricadono sulle amministrazioni passate. Questo è sicuramente vero ma, per non diventare un comodo alibi, richiede un coerente cambio di rotta. E, invece, Segnanini va fiero della prossima cementificazione per l’Esselunga di Avenza e si fa in quattro per costruire un nuovo ospedale nell’area di Villa Ceci, proseguendo nell’impermeabilizzazione delle residue aree verdi e collocando in un’area a rischio d’inondazione addirittura l’ospedale. No ospedale unico in Villa Ceci, 2000 Per le violazioni delle cave, invece, sindaco e comune non si scandalizzano e, soprattutto, non adottano sanzioni. A forza di consentire alle cave ogni genere di violazione, sono ormai arrivati –anche in perfetta buona fede– a convincersi che ciò che per altri è un’illegalità da sanzionare, per le cave sia un sacrosanto diritto acquisito. Smaltimento abusivo terre cave, 2009 Proposta Regolamento agri marmiferi, 2013 chiede perciò che siano date espresse indicazioni ai progettisti affinché, nell'ambito dell'individuazione degli interventi complementari per la definitiva sistemazione idraulica, sia fatto ogni sforzo per studiare soluzioni tecniche e scenari progettuali volti a garantire anche la massima funzionalità ecologica e qualità paesaggistica possibile: allargamento dell'alveo, sezione similnaturale, sponde a debole pendenza, fasce di vegetazione riparia, percorsi ricreativi, ecc.; Progetto Carrione, 2004 In ogni caso, l’esame dei dati del 2005 mostra già una situazione veramente drammatica. Nel 2005 le 85 cave attive hanno estratto oltre 5 milioni di tonnellate (Tab. 1); di queste, ben l’82,9% è costituito da detriti e solo il 17,1% da blocchi. Già questo dato grezzo rivela che le attuali modalità di escavazione sono insostenibili e dovrebbe far sorgere il forte sospetto che venga violata la legge (che consente l’escavazione solo per estrarre lapidei ornamentali, non per sbriciolare le montagne per la produzione di carbonato di calcio). Cave, troppi detriti, 2007 Sembra addirittura che l’area restante non diverrebbe proprietà pubblica, ma della società Warner; il Comune, per placare i cittadini, sarebbe disposto a vincolare a parco tale area, compresa quella delle segherie Vanelo e Furher. In sostanza, se così fosse, la giunta sarebbe disposta a porre il vincolo –un atto di pura volontà politica che potrebbe adottare già oggi a costo zero, rispettando così le proprie promesse elettorali– solo a condizione di consentire l’operazione, che comporterebbe la distruzione di un terzo dell’area Ceci. Non vi sono parole per esprimere lo sdegno che suscita tale proposta! Warner Village in Villa Ceci, 2000 Osservaz. variante P. Strutturale, 2010 2010

PowerPoint Presentation:

Proposte: mantenere i vecchi ravaneti sono spugne: trattengono acqua e la rilasciano lentamente ( attenuano le piene) Lorano

PowerPoint Presentation:

Colonnata Proposte: “Fiume” di detriti Terre e scaglie (solchi d’erosione) Olmo Carpevola eliminare i ravaneti recenti

PowerPoint Presentation:

Carrione di Torano (Can. Piastra) 2009 Ravaneto La Madonna: 2014 Nuovi detriti chi paga? Nuovo rivestimento in cemento  detriti nel Carrione

PowerPoint Presentation:

Ravaneto Betogli

PowerPoint Presentation:

Ravaneto Piastra 2003 2014 2010 Tubo Finsider una frana dopo l’altra nuova via arroccamento

PowerPoint Presentation:

Ravaneto Pulcinacchia: 2003 2009 2014 una frana tira l’altra

PowerPoint Presentation:

Caro sindaco, Cave e terre: quando l’illegalità diventa diritto acquisito (col beneplacito del sindaco)   (13/2/2009) Via d’arroccamento Calacata: ancora uno smaltimento abusivo di terre  (1/4/2009) Smaltimento abusivo di terre nelle cave. Il segretario generale Tonelli istiga al reato  (16/2/2009) Via d’arroccamento Pulcinacchia: documentato lo smaltimento abusivo di terre  (17/2/2009) Pulcinacchia: smaltimento abusivo di terre. Il sindaco si precipita a scagionare i responsabili  (20/2/2009) Cave, terre, detriti: ma è poi così difficile far rispettare le regole?  (28/2/2009) Pulcinacchia: è bastata una pioggia per spazzare via le terre abusive e le rassicurazioni del sindaco  (6/3/2009) Il sindaco rassicura: lo smaltimento delle terre è monitorato. Infatti lo è, ma aumenta continuamente!  (24/8/2009) Smaltimento abusivo delle terre di cava: servono fatti, non proclami!  (8/11/2010) Smaltimento terre di cava: per smuovere il Comune ci vuole il TG  (29/11/2011) A Legambiente, stai tranquilla: si tratta di opere di rimodellamento scarpate, miglioramento regimazione idraulica, sicurezza idrogeologica. Il sindaco Ravaneto Pulcinacchia: segnalazioni derise

PowerPoint Presentation:

2009 2003 2010 Ravaneto Calocara est: un incubo per Miseglia Doppio sbarramento: argine ponte chiuso

PowerPoint Presentation:

2010 Ravaneto Calocara est: 2010 ravaneto Calocara Miseglia T. Carrione 2010 2010 Caro sindaco, il ravaneto va rimosso! Cave e terre: quando l’illegalità diventa diritto acquisito (col beneplacito del sindaco)   (13/2/2009) Fanghi di cava gratis su Miseglia  (VIDEO 28/12/2010) Miseglia invasa dai fanghi di cava: fino a quando?  (28/12/2010) Esposto alla Procura: il Comune ha scelto di allagare Miseglia ad ogni pioggia  (12/11/2012) Ravaneto Calocara: Miseglia chiede una sistemazione seria   (1/10/2013) Ravaneto Calocara: basta fanghi su Miseglia (30/4/2014) Strada (non è un torrente!) un incubo per Miseglia

PowerPoint Presentation:

2013 Lorano Ravaneti… … fiumi di detriti 2009 Calacata 2014 Calacata profondo solco d’erosione Gioia-Cancelli 2009 Battaglino 2009

PowerPoint Presentation:

Canaloni Pulcinacchia Piastra Battaglino Il destino dei detriti:  sulle strade Miseglia

PowerPoint Presentation:

Foce Foce Torano Caina Canalie Nazzano Pontecimato Il destino dei detriti:  nei fiumi Foce: scavo e cumulo per discarica

PowerPoint Presentation:

Il destino dei detriti: erosione nastro trasportatore deposito cave  fiumi  mare

PowerPoint Presentation:

Il destino delle terre: Calacata dono agli alluvionati

PowerPoint Presentation:

Canalie Il destino dei detriti: ponte ferrovia ponte Bugia scavo foce Miseglia bassa Chi paga? Chi guadagna? problemi !

PowerPoint Presentation:

2013 Soluzione: rimuovere tutti i ravaneti recenti ! 2010 2009

PowerPoint Presentation:

ravaneto Carpevola B Basta ravaneti… ma occhio al trucco !

PowerPoint Presentation:

ravaneto Calocara-Finocchioso E le vie d’arroccamento? si scavino nella roccia! vie d’arroccamento sui ravaneti: è normale? No: è solo abituale!

PowerPoint Presentation:

crollo argine: cause e responsabilità restituire spazio agli alvei (occupati da strade) basta edificazione nelle aree inondabili eliminare ravaneti, detriti, terre al monte restituire spazio agli alvei (delocalizzare segherie) controllare criticità idrauliche non peggiorare: eliminare previsione porto turistico partecipazione: governare “con” i cittadini (non “per”) proposte (buongoverno del territorio)

PowerPoint Presentation:

Canalie Canalie Strade in alveo… … alvei insufficienti ! alveo originario alveo attuale alveo originario alveo attuale

PowerPoint Presentation:

Via Canaloni Via Colonnata (Olmo) alveo originario alveo attuale alveo originario alveo attuale Strade in alveo… … alvei insufficienti !

PowerPoint Presentation:

Via Canaloni Via Boccanaglia alveo originario (oggi strada) alveo originario alveo attuale Strade in alveo… … alvei insufficienti !

PowerPoint Presentation:

Via Battaglino  Ravaccione Via Battaglino (Omya) alveo originario (oggi strada) alveo attuale alveo originario Strade in alveo… … alvei insufficienti !

PowerPoint Presentation:

Via Battaglino Via Piastra Via Piastra alveo originario alveo attuale alveo originario alveo attuale alveo originario alveo attuale Canali in cemento? sono guai !

PowerPoint Presentation:

Cemento al monte:  rischi in pianura Alvei larghi e scabri Alvei stretti e lisci

PowerPoint Presentation:

800 600 400 200 0 0 3 6 9 12 15 18 Portata m 3 /s ORE Area = volume defluito Eureka ! Per abbassare il picco devo allargarne la base, cioè RALLENTARE il deflusso Ma allora, perché diavolo scavare l’alveo e tagliare la vegetazione ? Cerchi sicurezza? NATURALE URBANIZZATO ARTIFICIALIZZAZIONE ESTREMA Pioggia Rallenta i deflussi !

PowerPoint Presentation:

T. Carrione strada Pulizie fluviali impotenti: boschi e frane T. Carrione (alluvione 23 sett. 2003) oltre 500 frane! uomini

PowerPoint Presentation:

Via Castelpoggio Dare spazio ai fiumi: Via Bedizzano-Colonnata rimuovere strade in alveo! ricostruirle a mezza costa!

PowerPoint Presentation:

crollo argine: cause e responsabilità restituire spazio agli alvei (occupati da strade) basta edificazione nelle aree inondabili eliminare ravaneti, detriti, terre al monte restituire spazio agli alvei (delocalizzare segherie) controllare criticità idrauliche non peggiorare: eliminare previsione porto turistico partecipazione: governare “con” i cittadini (non “per”) proposte (buongoverno del territorio)

PowerPoint Presentation:

Ampliare Carrione: Autostrada Foce Area Ceci Z. artigianale incolto piccolo impianto Distributore carburanti Segheria delocalizzare segherie & C.

PowerPoint Presentation:

Ampliare Carrione: incolto delocalizzare segherie & C.

PowerPoint Presentation:

Ampliare Carrione: Area Ceci Area Ceci Segheria Fontanili delocalizzare segherie & C.

PowerPoint Presentation:

Area Ceci Ponte v. Covetta Ampliare Carrione: delocalizzare segherie & C. Rialzo terreno Rischio Segheria alluvionata Rischio aggravato per gli altri ! Rialzo terreno Rischio

PowerPoint Presentation:

Scuola materna Ponte V. Covetta Ponte V. G.Pietro Ampliare Carrione: delocalizzare segherie & C.

PowerPoint Presentation:

Ampliare Carrione: delocalizzare segherie & C. Ponte v. G.Pietro Ponte Ferrovia

PowerPoint Presentation:

Ponte Ferrovia Ponte Aurelia Ampliare Carrione: delocalizzare segherie & C.

PowerPoint Presentation:

Ponte Aurelia Google Earth Ponte v. Brigate Partigiane Foto elicottero Ampliare Carrione: delocalizzare segherie & C.

PowerPoint Presentation:

Ponte v. Brigate Partig. Ponte v. Piave Ampliare Carrione: delocalizzare segherie & C.

PowerPoint Presentation:

Ponte v. Piave Pontecimato Ampliare Carrione: delocalizzare segherie & C.

PowerPoint Presentation:

Ponte Fabbrica Pontecimato Viadotto ex strada marmi Ampliare Carrione: delocalizzare segherie & C.

PowerPoint Presentation:

Ponte Stabbio Ponte Fabbrica Fossa Leoni (inondata) Ampliare Carrione: delocalizzare segherie & C.

PowerPoint Presentation:

Ponte S. Martino Tribunale Ponte ex marmifera Ponte Stabbio Ampliare Carrione: delocalizzare segherie & C.

PowerPoint Presentation:

Ponte S. Martino Ponte v. Cavour Ampliare Carrione: delocalizzare segherie & C. Segheria dismessa Segheria dismessa Palazzo v. Rosselli PRIMA DOPO (proposta 2000)

PowerPoint Presentation:

Ampliare il Carrione: un progetto grandioso… … ma indispensabile (adattarsi ai cambiamenti climatici)

PowerPoint Presentation:

crollo argine: cause e responsabilità restituire spazio agli alvei (occupati da strade) basta edificazione nelle aree inondabili eliminare ravaneti, detriti, terre al monte restituire spazio agli alvei (delocalizzare segherie) controllare criticità idrauliche non peggiorare: eliminare previsione porto turistico partecipazione: governare “con” i cittadini (non “per”) proposte (buongoverno del territorio)

PowerPoint Presentation:

Pericolosità idraulica MOLTO ELEVATA Pericolosità idraulica ELEVATA Pericolosità idraulica MEDIA Autostrada Ferrovia V. Covetta Area v.le Galilei Industriale, artigianale Direzionale Attività servizi privati Turistico-ricettivo Negozi Viale Galilei Area Ceci Residenziale (1.471 ab.) Polo direzionale Servizi privati (nautica, ecc.) Turistico-ricettivo Negozi (non supermercati) Carrione Il piano strutturale… come pianificare le alluvioni

PowerPoint Presentation:

Pericolosità x Danno potenziale = Rischio Risultato  Rischio aumentato 7,4 volte! Argine  Pericolosità (p robabilità d’inondazione) ridotta di 2 volte Nuova edificazione (da 100 a 1.471 ab.)  Danno potenziale aumentato 14,7 volte 1/200 anni P 1/400 anni P PRIMA DOPO 100 ab. D x 0,5 R = 1.471 ab. D x 3,7 R = Quando la messa in sicurezza aumenta il rischio!

PowerPoint Presentation:

Messa in sicurezza: Zubbani: Residenziale (1.471 ab.) Polo direzionale Servizi privati (nautica, ecc.) Turistico-ricettivo Negozi Segnanini: Ospedale unico Warner Village multisala, negozi, ristoran-ti, slot machine, pattinag-gio, palestre, calcetto, pallacanestro, pallavolo L’area Ceci vista dai nostri sindaci un cavallo di Troia? 5/5/1999 21/4/2000 26/4/2000 1/5/2000 14/5/2000 11/6/2000 29/6/2000 3/8/2000 16/10/2000 1/11/2000 8/11/2000 23/2/2001 2/9/2001 14/9/2001 18/9/2001 24/9/2001 24/9/2002 4/6/2003 3/3/2007 26/2/2008 23/8/2008 25/10/2008 25/9/2009 29/3/2010 6/4/2010 6/11/2014 12/11/2014 15/11/2014 Caro sindaco, stop cemento in area Ceci:

PowerPoint Presentation:

crollo argine: cause e responsabilità restituire spazio agli alvei (occupati da strade) basta edificazione nelle aree inondabili eliminare ravaneti, detriti, terre al monte restituire spazio agli alvei (delocalizzare segherie) controllare criticità idrauliche non peggiorare: eliminare previsione porto turistico partecipazione: governare “con” i cittadini (non “per”) proposte (buongoverno del territorio)

PowerPoint Presentation:

4 dic. 2014 argine destro, a valle ponte Covetta 6 nov. 2014 L’allarme ignorato: TUTTI gli argini rischiano crollo!

PowerPoint Presentation:

Nazzano Criticità: argini colabrodo Fiorino vecchio argine blocchi sostegno altro varco varco fondazione affidabile? nuovo argine (incompleto)

PowerPoint Presentation:

V. Brigate Partigiane V. Brigate Partigiane Pontecimato Criticità: argini instabili

PowerPoint Presentation:

2012 2003 2014 muro integro muro riparato affid a bile? affidabile? Criticità: argini inquietanti muro crollato 2012 riparazione muro

PowerPoint Presentation:

Nazzano Raglia Raglia Criticità: rattoppi e arlecchinate vecchio argine + sovralzo in cemento 4 scalini argine cemento vecchio argine sporgenza vecchio argine vecchio argine + sovralzo in cemento gabbioni

PowerPoint Presentation:

Criticità: stranezze (strettoie e rientranze) Caina Avenza Pontecimato rientranza rientranza strettoia (difforme da progetto)

PowerPoint Presentation:

Canalie Canalie Carrione tombato piazzale opificio dismesso affluente tombato piazzale dismesso Carrione tombato Canalie affluente tombato piazzale segheria Criticità: piccole tombature (ma numerose)

PowerPoint Presentation:

Municipio p.za Matteotti p.za Brucellaria S. Francesco Carrara sbocco Canal del Rio (1 km tombato) Can. del Rio (percorso sotterraneo) Criticità: grandi tombature Carrione

PowerPoint Presentation:

2003 2014 2014 Criticità: occupazioni d’alveo

PowerPoint Presentation:

Ferrovia Vezzala Carrione di Torano Carrione di Colonnata Boccalone S. Martino Stabbio Criticità: ponti e ponticelli

PowerPoint Presentation:

Criticità: reticolo minore, problemi maggiori Strada Bonascola, nov. 2012 Strada imbocco tombatura ostruito

PowerPoint Presentation:

Fosso Due Canali Via Battaglino Via Battaglino Criticità: non dimenticare il reticolo minore

PowerPoint Presentation:

Fosso Ficola Fosso Ficola Marina, v. Siena Criticità: non dimenticare il reticolo minore

PowerPoint Presentation:

Decalogo di buoni consigli per la manutenzione dei fossi e dei corsi d’acqua Fig. 3 – Principali ostacoli al corretto deflusso delle acque dei canali e alla loro manutenzione. Zone soggette ad allagamenti: 3, 4 e 14. Canali ostruiti: 10 e 21. Fosso Due Canali: 1 e 9: argine sx impedito da recinzioni; 2: tratto coperto; 13: argine dx impedito da recinzioni. Fosso del Carlone: 5, 6 e 18: argine dx impedito da recinzioni; 15 e 17: argine sx impedito da rcinzioni. Fosso della Macchia: tratto deviato dall’autostrada e poco funzionante; 8: argine sx e dx impedito da recinzioni; 11 e 12: argine dx impedito da recinzioni; 16: argine sx impedito da recinzioni. Fossa Maestra: 19 e 20: argine dx impedito da recinzioni. Criticità: 1995 1999 reticolo minore: maneggiare con cura

PowerPoint Presentation:

Reticolo minore: il primo requisito è culturale! Censire tutte le criticità Eliminare tutte le tombature Rimuovere colmamenti, restringimenti, coperture, occupazioni abusive, ecc. Ma, soprattutto, cambiare mentalità !

PowerPoint Presentation:

PRIMA OGGI Reticolo minore: tombatura eliminata?

PowerPoint Presentation:

a monte a valle Tombatura eliminata? Sì, ma ricostruita !

PowerPoint Presentation:

crollo argine: cause e responsabilità restituire spazio agli alvei (occupati da strade) basta edificazione nelle aree inondabili eliminare ravaneti, detriti, terre al monte restituire spazio agli alvei (delocalizzare segherie) controllare criticità idrauliche non peggiorare: eliminare previsione porto turistico partecipazione: governare “con” i cittadini (non “per”) proposte (buongoverno del territorio)

PowerPoint Presentation:

Nuovi Cantieri Apuania lapidei e rinfuse porto commerciale attuale Piazzale copertura Carrione Approdo turistico da 1400 posti, imbarcazioni da pesca e servizi al diporto Traffico container, navi RO-RO, traghetti e navi da crociere, natanti per servizi portuali ampliamento porto commerciale Porto canale Foce del Carrione Deviazione foce Carrione Come ostruire la foce? Tra due porti !

PowerPoint Presentation:

(Foto: Cap.l.c. F. Menconi) 2/11/2011 22/12/2012 14/11/2010 1/1/2003 La barra di foce: naturale ma solo in parte Molo piazzale Città di Massa

PowerPoint Presentation:

1907 Archivio Bessi. Un fiume da Dea. Milano, 1998 anni ’40 1954 2003 1829 1776 1500 1937 Rimuovere la barra? Magra no, Carrione sì

PowerPoint Presentation:

molo del piazzale Città di Massa Eliminare le nuove previsioni portuali Con la lotta!

PowerPoint Presentation:

crollo argine: cause e responsabilità restituire spazio agli alvei (occupati da strade) basta edificazione nelle aree inondabili eliminare ravaneti, detriti, terre al monte restituire spazio agli alvei (delocalizzare segherie) controllare criticità idrauliche non peggiorare: eliminare previsione porto turistico partecipazione: governare “con” i cittadini (non “per”) proposte (buongoverno del territorio)

PowerPoint Presentation:

La partecipazione? Non abita qui !

PowerPoint Presentation:

Senza partecipazione… la rivolta è giusta!

PowerPoint Presentation:

Come difenderci Ridurre il rischio: ovunque! Al monte: eliminare ravaneti liberare canali dal cemento restituire ai corsi d’acqua l’alveo occupato dalle strade ricostruire le strade a mezza costa riconvertire a fustaie climax boschi e terreni agricoli abbandonati Sull’asta principale del Carrione: delocalizzare segherie generoso ampliamento dell’alveo Al mare: eliminare previsione porto turistico e ampliamento porto commerciale Nella pianificazione urbanistica: stop consumo suolo; stop edificazione in aree inondabili Nel reticolo minore: restituire spazio; approccio rinaturalizzazione nella manutenzione Ovunque: rimuovere sistematicamente ogni criticità (tombature, strozzature, ecc.)

PowerPoint Presentation:

Ecco perché… … le alluvioni “procurate”

PowerPoint Presentation:

Dimissioni? Ecco perché:

authorStream Live Help