Fiori Di Bach - Bach Flowers

Views:
 
     
 

Presentation Description

The therapeutic properties of the Bach Flowers.

Comments

Presentation Transcript

“Fiori di Bach”:

“Fiori di Bach” di Musica: Forever in Love Mirella Giurco (Cliccare)

Slide2:

I Fiori di Bach: Le essenze floreali, sono un rimedio vibrazionale, che agisce in virtù della informazione energetica di cui è portatore. Il concetto di energia e di vibrazione è fon-damentale in questo campo in cui, come nell’ omeopatia, non è più la materia ad agire, ma qualcosa di più sottile e difficilmente misu-rabile, ma non meno reale. La Floriterapia rappresenta una branca emergente della medi-c cina biologica che si avvale di una serie di rimedi naturali preparati a partire da fiori silvestri. Lo studio delle proprietà curative dei fiori, patrimonio di antiche tradizioni mediche di diverse parti del mondo, fu particolarmente curato, per la prima volta in chiave moderna e originale, dal medico gallese Edward Bach, fra gli anni 1926 e 1934. Edward Bach inventò quella che viene chiamata « La Floriterapia » vale a dire la capacità di curarsi con i fiori, i « Fiori di Bach » appunto. L’intuizione avuta da Bach era che ogni cosa del Creato, aveva una propria energia, una propria vibrazione energetica, più o meno estesa, più o meno importante. Da qui anche i fiori che la immagazzinavano nell’acqua e che poteva interagire con i campi energetici di animali, altre piante e l’uomo stesso, producendo, utilizzando il fiore più opportuno, l’armonia della mente e del corpo e quindi, la guarigione dei propri malesseri.

Slide3:

Edward Bach è nato a Losley, Gran Bretagna, il 24 set-tembre 1886. Si laureò in medicina nel 1912 e svolse la sua attività in ospedale fino al 1930. Nel 1929, durante una vacanza nel Galles, sua terra natia, intuì che la vera ragione per cui ci ammaliamo è dentro di noi, nel profondo del nostro animo. « Ogni malattia », diceva Edward Bach, « altro non è che la manifestazione fisica di un disagio, di una disarmonia, dovuti ad una condizione mentale che turba l’equilibrio del corpo fisico ». Iniziò così, ad osservare la natura e a riflettere sull’armonia che regna in essa. Da qui si convinse che in essa poteva trovare dei rimedi naturali per ristabilire l’equilibrio interiore delle creature. Per Edward Bach tutto ciò che vive fa parte delle creature: gli esseri umani, gli animali e le piante. Individuò sei fiori, evidentemente con proprietà terapeutiche, con i quali iniziò i primi rimedi. Finite le vacanze, tornò a Londra e decise di chiudere il suo studio. Affidò i suoi pazienti a colleghi e decise di ritornare definitivamente nel Galles ed iniziare la sua ricerca e la sua sperimentazione. In meditazione, nella tranquillità della natura, iniziò ad ascoltare rumori, silenzi e sussurri, ma soprattutto riuscì ad ascoltare la sua coscienza interiore, sviluppando molto di più la sua grande sensibilità, cosa che gli permise di percepire le vibrazioni e le pro-prietà dei Fiori.

Slide4:

Tenendo i fiori in mano o appoggiandoli sulla lingua, trovò altri sei fiori, che, assieme ai primi sei, costituirono 12 rimedi, e, successivamente a questi, se ne aggiunsero altri ventisei, fino al completamento dei trentotto rimedi naturali, che sono oggi alla base della Floriterapia. Secondo Edward Bach è il carattere del paziente, i suoi problemi interiori, che devono essere curati, e non la malattia in sé, al fine di ritrovare la serenità perduta nel tempo e che ha causato le diverse patologie di cui la persona soffre, che altro non sono che disarmonia nella propria persona- lità. Sono pertanto gli stati emotivi che devono essere messi in evidenza per guarire una persona, perché sono loro, la vera causa della malattia e pertanto, curando gli stati emotivi negativi, i conflitti psicologici, lo stato di stress, le tensioni conscie ed inconscie, gli stati d’animo negativi, si può guarire. Scrive Bach: « Sono le nostre paure, le nostre preoccupazioni, le nostre ansie e simili, che aprono il percorso all’invasione della malattia. La malattia è una conseguenza di uno squilibrio interiore o dell’accettazione esasperata di un difetto ». La Floriterapia di Edward Bach ha quindi lo scopo di ristabilire l’armonia nella per-sona e di sviluppare uno stato emotivo positivo.

Slide5:

Curare il malato nella sua interezza, e non la malattia, è la chiave della medicina olistica e naturale. Il singolo fiore cura il disturbo psicologico che ha causato o potrebbe causare un certo malessere fisico. Dietro ogni disturbo fisico c’è quello che viene chia-mato « fiume di energia », originato a livello psicologi-co (come nel caso della rabbia, che viene scaricata in modi e zone del corpo differenti); pertanto, ad ogni disturbo psicosomatico, provocato dallo sfogo dell’energia, corrisponde, a monte, un ben preciso disturbo dell’anima. « La vera guarigione può essere ottenuta dal bene che prende il posto del male, dalla luce che prende il posto del buio. La malat - tia compare quando c’è disarmonia in noi stessi, tra il nostro essere mor - tale e la divinità che è in noi ». (Edward Bach). I Fiori di Bach sono 38 « essenze» che riequilibrando lo stato energetico e la disarmonia emotiva della persona, sono in grado di contribuire alla gua-rigione di molte malattie e senza sostituirsi alla medicina ufficiale, sono di questa, un valido complemento. I Fiori di Bach sono in grado di contribui-re a guarire le malattie organiche, partendo dal riequilibrio energetico della persona stessa. I Fiori di Bach agiscono come dei catalizzatori ai livelli sottili, non solo non hanno alcuna interferenza con le terapie, ma ac- celerano l’effetto terapeutico di farmaci e quindi, la guarigione.

Slide6:

I Fiori di Bach , nella primaria impostazione del Dr. Edward Bach, sono preparati essenzialmente con due metodi: il metodo solare ed il metodo della bollitura. Con il metodo solare i fiori sono posti a macerare in acqua pura di fonte, sotto i raggi del sole, nel luogo della raccolta, per tre o quattro ore. Con il metodo della bollitura sono posti in acqua pura di fonte a bollire per trenta minuti. Sia con il primo, sia con il secondo metodo, dopo questo primo passaggio, l’acqua in cui i fiori sono stati preparati, subisce una serie di successive diluizioni in brandy, per arri-vare al prodotto finito. La prima diluizione è al 50% tra acqua di infusio- ne e brandy e costituisce la Tintura Ma-dre Floreale . La seconda diluizione è for-mata da due gocce della precedente Tin-tura , in 30 ml. di acqua e brandy; è defini-ta Diluizione Stock e rappresenta il pro-dotto concentrato che si vende in farma-cia ed in erboristeria. La terza diluizione è ottenuta con due gocce del precedente Stock , in 30 ml. di acqua e brandy; è denominata Diluizione d’Uso e rappre-senta la forma abituale di assunzione dei Fiori, da parte dei pazienti.

Slide7:

La peculiare modalità con cui è preparato il rimedio floreale conferisce all’infusione una particolare « informazione di campo » in grado di entra-re in risonanza con il nostro organismo. La risonanza è quel principio fisico che porta un diapason inerte a vibrare quando interagisce con una precisa informazione, anche se detta informazione non è detettabile ai nostri organi di senso. La Floriterapia si pone oggi, sempre più, come un utile strumento di inte-grazione della medicina ac-cademica, soprattutto per l’assoluta mancanza di ef- fetti collaterali e per la faci- le integrabilità con i farmaci di sintesi chimica e con le metodiche tradizionali, in cui per alcuni casi, è di indispensabile complemento. Essa è però foriera di risultati interes-santi anche se praticata da sola e come metodica di primo impiego. Allo stato attuale la diffusione della Floriterapia è in ampia crescita nella popolazione italiana, oltre ad essere utilizzata da molti anni ormai, in numerosi paesi del mondo.

Slide8:

I Fiori di Bach consentono di riottenere la sintonia con la propria essenza, agendo prevalentemente nel campo dell’emotività e degli stati d’animo. Infatti, i segnali derivanti dalle emozioni sono le avvisaglie, per il nostro corpo, di sintomi fisici, perciò osservando e cercando di conoscere il problema dall’aspetto emotivo e mentale possiamo correggere anche ciò che succede dentro il nostro corpo. Basterebbe essere attenti alla reazione del nostro fisico ad una paura: tensione muscolare, blocco delle capacità verbali, tachicardia, sudorazio-ne, ecc. Di tutte queste sensazioni vissute in quell’istante, non è solo il corpo a risentirne, ma soprattutto è la mente ad esserne interessata, per-ché percepisce quel momento come un pericolo da cui difendersi. Nessuna malattia ci colpisce per caso, ma si mani-festa perché, in qualche modo, non siamo in armo-nia con noi stessi e con ciò che facciamo. E’ per questo che alle volte non servono i medicinali, ma sarà spesso risolutiva la convinzione di voler pren-dere la nostra vita nelle nostre mani ed agire anche se i cambiamenti possono farci male. Un intervento, derivante da una malattia grave, ci può salvare la vita ma poi se non cambiamo il no-stro sentire interiore, il male si ripresenterà e allora non ci sarà più scampo perché avrà il sopravvento.

Slide9:

Al contrario, se noi accettiamo in tutto la malattia con le sue sofferenze e decidiamo di combatterla, ecco che riusciremo a guarire: solo la nostra mente e la nostra anima ci possono salvare, ma possono anche condan-narci. I Fiori di Bach ci danno una mano a cambiare il cammino con noi stessi. Non fanno miracoli ma possono aiutarci a prendere coscienza di noi e dei nostri sbagli e farci sparire la paura del domani. Soprattutto, con il loro aiuto, noi impariamo ad ascoltare il nostro IO e a non scaricare sempre sugli altri i nostri problemi. Le essenze dei Fiori di Bach non intervengono sulle malattie ma sull’am-malato, non hanno controindicazioni e soprattutto non si sostituiscono alla medicina ufficiale. In pratica, i Fiori di Bach aiutano al riequilibrio energetico del proprio IO, dello spirito, dell’anima dell’individuo, portano al raggiungimento della consapevolezza della malattia, riequilibrando l’ammalato, dandogli sicu-rezza e soprattutto l’accettazione. Tutto ciò non è facile: difficile è infatti convivere con una malattia grave, che, sappiamo benissimo, ci può distruggere fisicamente ed alle volte, anche psicologicamente.

Slide10:

Molti sono i momenti tristi che nella vita ci arrivano: malattie, lutti, la fine di un legame, la perdita di un lavoro, problemi finanziari, problemi sessuali, alcolismo, droga, e tanti, tanti altri ancora. Ci si può chiedere: « Quali sono i fiori più adatti a me »? Ci sono vari test, che si possono fare, per i Fiori di Bach , per capire di quali fiori ha bisogno una determinata persona, e quindi non bisogna mai prenderli, prima di aver saputo quali sono i fiori giusti per noi.

Slide11:

1. Agrimony (Agrimonia) Cresce nei prati aridi, incolti, lungo i fossati e sui bordi delle strade, un po’ ovunque, fino a 1500 mt. di altitudine. Si tratta di una pianta erbacea perenne che non supera i 60 cm di altezza. Fiorisce da giugno a agosto; i suoi fiori sono gialli, con 5 peta- li, disposti su una lunga spiga conica. Si usa : E’ indicato per chi si tortura mentalmente, apparendo però, sem- pre allegro e cortese, nascondendo i propri problemi, dietro una masche- ra di umorismo e allegria. Per chi non riesce a manifestare le proprie emozioni, in quanto ha paura di restare da solo e cerca di essere amato. Effetti : Sblocca le tensioni e ci insegna a mostrarci come siamo. Permet- te di riacquistare il coraggio di essere se stessi e di affrontare gli altri senza nascondersi. Serve a correggere la tendenza che si ha a nasconde-re i propri problemi e ad essere se stessi senza timore. Agisce sul 2° Chakra. Sintomi : Tic nervosi, disturbi gastrici e respiratori, dipendenze da alcool, droga, o psicofarmaci. Tendenza a chiudersi in se stessi, associata a crisi depressive. Nevrosi d’ansia, con angoscia e oppressione al petto. Frase positiva : « In me stesso trovo pace e gioia; non ignoro i problemi, ma anzi, li affronto. Non ho paura di essere rifiutato dagli altri ».

Slide12:

2. Aspen (Pioppo tremulo) E’ un albero sottile, alto fino a 30 mt, di altez- za con la corteccia argentea e le foglie larghe e frastagliate che sembrano tremare anche quando non c’è vento. Predilige le zone umi- Si usa : Per le persone sempre inquiete ed in apprensione per pericoli inde-finiti, sotto il senso di minaccia costante, di presagi funesti e immotivati. In preda all’ansia, ai presentimenti, agli incubi, ad una vaga paura del buio, dell’ignoto. Paure vaghe e sconosciute per le quali non ci sono spiegazioni. Effetti : Permette di superare l’angoscia e le paure, fa ritrovare il coraggio. Aiuta a tenere a bada i pensieri ossessivi e a frenare il continuo lavorio del- la mente, favorendo il rilassamento. Aiuta a proteggersi dalle paure, per chi ha paura del buio e non riesce ad addormentarsi. Aiuta a guardare con co- raggio verso l’ignoto, dissolvendo le ombre dell’immaginazione. Agisce sul 3° e sul 7° Chakra. Sintomi : Attacchi di panico, insonnia, sudorazione notturna, tachicardia, tremori, tic nervosi, respirazione difficile, palpitazioni, brividi. Frase positiva : «Non mi lascio intimorire dai miei pensieri, le mie angosce sono infondate, perciò non hanno ragione di esistere». de e i terreni poveri. Fiorisce da febbraio ad aprile. I fiori sono riuniti in infiorescenze pendule e pelose.

Slide13:

3. Beech (Faggio) E’ un albero fiero, che può raggiungere i 30 mt. di altezza, con il tronco spoglio e la chioma così fitta da non far passare i raggi del sole. Porta fiori maschili e femminili, che sbocciano in marzo e aprile. Le sue foglie sono larghe e frastagliate. Si usa : E’ indicato per le persone intolleranti, arroganti, eccessivamente critiche nei confronti degli altri, per chi ha sofferto molto e si è chiuso in se stesso, diventando arrogante ed altezzoso. Sono persone avare di sentimenti e mentalmente rigide ed intransigenti, che si chiudono a riccio e non riconoscono i propri errori. Persone a cui non va mai bene niente. Effetti : Permette di essere meno severi e più tolleranti con noi stessi e con gli altri. Aiuta a riaprirsi al mondo e ci insegna ad accettare i propri difetti e ad essere più comprensivi, disponibili e spontanei. Agisce sul 1° Chakra. Sintomi : Disturbi gastrointestinali, dolori alle articolazioni, paranoia, allergie, problemi sessuali. Frase positiva : « Imparo dai miei errori e non li commetto più; mi imme- desimo nelle difficoltà e nei problemi altrui ».

Slide14:

4. Centaury (Centaurea) E’ una piccola pianta, molto occulta fra la macchia; di un’altezza da 5 a 35 cm, che cresce in terreni aridi, in campi e prati asciutti, ai margini delle strade e in zone disboscate. Fiorisce da maggio a settembre. I suoi piccoli fiori rosa eretti sono riuniti a ombrello in cima allo stelo, ed ha 5 petali di colore rosa intenso o rosso. Si usa : E’ indicato per le persone che devono rafforzare il loro carattere, in quanto sono incapaci di dire di no al prossimo e pertanto negano se stessi e le proprie esigenze per quelle degli altri. Sono persone che si sottomet-tono a caratteri più forti e questo è causa di grande frustrazione. Sono per-sone deboli che esauriscono le proprie energie per compiacere gli altri. Effetti : Aiuta ad affermare la propria personalità, adottando un atteggia-mento più equilibrato nei confronti degli altri. Si recupera dignità persona-le e l’energia e la capacità di esprimere il proprio punto di vista. Agisce sul 3° Chakra. Sintomi : Esaurimento, senso di stanchezza cronica, complesso di inferio-rità, pallore, senso di inadeguatezza sociale, debolezza energetica. Frase positiva : « Solo io sono responsabile dello sviluppo della mia perso-nalità, riesco ad essere meno timido e a non temere il giudizio altrui ».

Slide15:

5. Cerato (Piombaggine) E’ una piantina di circa 60 cm di altezza, originaria del Tibet, è assente in Italia, e viene coltivata nei giardini europei. I suoi piccoli fiori tubiformi lunghi circa 1 cm, fioriscono da agosto a settembre. Il fiore ha 5 petali blu con sfumature viola. Si usa :E’ indicato per le persone che vivono nell’incertezza in quanto poco intuitive e sempre indecise. Per le persone incapaci di prendere decisioni, e che hanno la tendenza a lasciarsi influenzare dagli altri, in quanto non credono nel proprio IO interiore e non hanno fiducia in se stessi. Sono persone ingenue ed insicure, piene di dubbi, che soffrono di stati ansiosi. Effetti : Aiuta a superare l’incertezza, ad avere fiducia in se stessi e mag-gior equilibrio nel prendere delle decisioni. Aiuta a recuperare l’autonomia interiore, la sicurezza nell’autogestirsi e nel proprio intuito. Agisce sul 3° e sul 4° Chakra. Sintomi : Ansia, stress, incertezza, insonnia, disturbi psicofisici, confu- sione mentale, disturbi sensoriali, della concentrazione e dell’ equilibrio. Frase positiva : « Ascolto e seguo con fiducia la mia voce interiore; sono consapevole delle mie scelte e non mi faccio condizionare dagli altri ».

Slide16:

6. Cherry Plum (Mirabolano) E’ il primo albero a fiorire dopo l’inverno, e annuncia il ritorno della primavera. I suoi fiori bianchi e delicati, sbocciano tra febbraio e aprile. Si usa : E’ indicato per le persone che soffrono di paure molto profonde che sono delle vere e proprie ossessioni. Sono persone che hanno frequenti scatti d’ira e sono spaventate all’idea di perdere il controllo delle proprie azioni, di impazzire e di compiere gesti inconsulti verso se stessi e verso gli altri. Sdoppiamento della personalità, pericolo di suicidio. Effetti : Aiuta a recuperare l’equilibrio e ad instaurare un buon rapporto con il proprio inconscio. Aiuta ad accettare i lati negativi del nostro carattere e a superare la paura che essi prendano il sopravvento. Libera le energie posi-tive che tutti abbiamo in noi. Agisce sull 2° e sul 4° Chakra. Sintomi : Nevrosi ossessiva, panico, allucinazioni, disturbi circolatori. Frase positiva : « Sono padrone delle mie energie interiori; mi libero dalle fissazioni e dai pensieri negativi; mi apro al processo evolutivo ».

Slide17:

7. Chestnut Bud (Ippocastano) L’Ippocastano è un albero imponente, alto fino a 30 mt. I fiori sono bianchi, maculati di rosso o di giallo. Nella floriterapia si uti- lizzano le gemme, che racchiudono l’ener- gia vitale della pianta. Si usa : E’ indicato per le persone che non riescono ad imparare dai propri errori, ma li ripetono costantemente. Sono persone pigre, sbadate, convin-te di essere sfortunate e per le quali non esistono le «lezioni di vita». Effetti : Aiuta a capire che la sfortuna non è causa dei nostri errori, ma della nostra incapacità ad aprire gli occhi ed imparare dai nostri sbagli. Ci rende più consapevoli e più attenti, insegnandoci a riflettere e ad avere consapevolezza della realtà, per affrontare la vita con più equilibrio. Agisce sul 3° e sul 6° Chakra. Sintomi : Mal di testa, gastriti, apatia, debolezza mentale, tic nervosi, tendenza ad ammalarsi sempre delle stesse malattie. Frase positiva : « Osservo e agisco con attenzione; sono in grado di vedere i miei errori e non commetterli più; ogni esperienza è un’occasione per imparare qualcosa ».

Slide18:

8. Chicory (Cicoria Selvatica) E’ una pianta erbacea, che cresce ai margini dei ter- reni coltivati e lungo il ciglio delle strade. Alta fino a 1 mt. Cresce spontanea un po’ dappertutto, dalla pia-nura, alla montagna. Fiorisce dall’inizio dell’estate e fino all’autunno inoltrato. I suoi fiori capolini sono di colore celeste intenso, quasi blu. Si usa : E’ indicato per le persone molto possessive e che sono incapaci di «dare» incondizionatamente. Sono persone che pretendono sempre un ri- torno da quello che fanno. Persone esigenti, iperattive e particolarmente invadenti ed opprimenti, che si intromettono nelle faccende altrui. Confon-dono il possesso con l’affetto. Individui gretti, e avari di cose materiali. Effetti : Aiuta ad avere un rapporto meno possessivo con gli altri. Insegna a donare amore senza aspettarsi niente in cambio. Insegna anche ad esse-re tolleranti con gli altri. Diminuisce l’insicurezza e fa crollare la pos- sessività, l’egoismo e l’opportunismo. Agisce sul 5° e sul 6° Chakra. Sintomi : Malattie psicosomatiche, depressione, tachicardia, ipertensione. Frase positiva : « Trovo sicurezza in me stesso, lascio che ognuno si orga- nizzi la propria vita. Dono amore senza pretendere niente in cambio».

Slide19:

9. Clematis (Clematide Vitalba) E’ una pianta perenne rampicante molto diffusa in Italia, che cresce su terreni umidi, calcarei, sui pendii, nelle macchie e nei sottoboschi. Fiorisce da maggio a settembre. I fiori sono piccoli e bianchi, profumati di vaniglia, ed hanno 4 sepali color panna, tendente al verde chiaro. Si usa : E’ indicato per le persone sognatrici, distaccate dalla realtà, che vi-vono in un mondo di fantasia e non nel mondo reale. Sono persone incapa-ci di provare vere emozioni, perché vivono in un mondo tutto loro, che han-no tendenza a fantasticare e a fuggire dalla realtà; si disinteressano del presente e della loro vita, perché vivono sospesi in un mondo che non c’è. Effetti : Ci riporta sulla terra, nel presente; arricchisce la nostra vita aiutan- doci a concretizzare tutto quello che c’è di buono in noi. Si ritorna nel mon- do reale, quotidiano e la fantasia si stabilizza nei limiti della normalità. Agisce sul 5° e sul 6° Chakra. Sintomi : Disturbi della memoria e dell’equilibrio, distrazione, piedi e mani freddi, paranoia, mancanza di concentrazione, depressione. Frase positiva : « Sono sempre presente nella realtà e non mi lascio sopraf-fare dai sogni. Non mi rifugio nella fantasia ma vivo la mia vita fino in fondo. Se mi trovo davanti ad un problema non scappo ma lo affronto ».

Slide20:

10. Crab Apple (Melo selvatico) Da questa pianta derivano tutte le varietà di melo coltivato. Si può trovare ovunque, anche in monta-gna. I fiori, bianchi o rosati, sbocciano in aprile e maggio. Il succo delle sue mele, troppo aspre per il palato, è un ottimo disintossicante. E’ un albero alto fino a 10 mt. Cresce nelle macchie, nelle radure, nei boschi, nelle siepi, nelle fratte. Si usa : E’ indicato per le persone che vivono con il desiderio di un eccesso di purificazione dove tutto deve essere sempre pulito ed ordinato. Per le persone che hanno un esagerato senso della pulizia e repulsione per la polvere e la sporcizia. Si tratta di persone che hanno paura di sporcarsi dall’ambiente che le circonda e che non hanno un buon rapporto con se stesse e scoraggiate perché non vedono ordine e pulizia nella loro vita. Effetti : Aiuta a diventare più consapevoli di se stessi e ad accettarsi per quello che si è. Sviluppa le nostre qualità dimenticate. Agisce sul 4° Chakra. Sintomi : Disturbi della memoria e dell’equilibrio, abuso di alcool, vertigini, vizi, dipendenze, dolori articolari e reumatici, nausea, vomito. Frase positiva : « Mi accetto come sono. Accetto le mie imperfezioni ».

Slide21:

11. Elm (Olmo Inglese) E’ un grande albero, un tempo simbolo della campagna inglese, alto fino a 40 mt. con un tronco di 2 mt. di diametro. Fiori- sce tra febbraio e aprile, quando i rami si ricoprono di fiori piccoli e numerosi di colore cremisi. In Italia, l’Olmo Inglese lo si trova nei parchi e nei giardini. Si usa : E’ indicato per le persone attive e molto impegnate, che non si tira-no mai indietro ma che chiedono troppo a se stesse e si sovraccaricano di responsabilità fino a crollare e ad avere delle crisi di debolezza fisica e di esaurimento e allora temono di non riuscire più ad andare avanti. Effetti : Riduce l’ansia, aiuta a recuperare le energie perse ed insegna ad essere più indulgenti con se stessi, accettando i propri limiti. Ridona la fiducia in se stessi e ritorna la voglia di fare. E’ un rimedio di sostegno per la persona, che conferisce nuovo sprint ed energia. Agisce sul 4° Chakra. Sintomi : Disturbi psicosomatici, nervosismo, senso di malessere. Frase positiva : « Sono all’altezza della situazione e perciò arriverò fino in fondo; affronto gli impegni con determinazione ma so che ogni tanto devo concedermi una pausa ».

Slide22:

12. Gentian (Genziana) E’ una piantina che non supera i 10 cm di altezza; cresce anche in mancanza d’acqua, su terreni carsici, sulle rocce e sui prati montani delle Alpi. La corolla è tubolare, con 5 petali che sfumano dal blu al viola e al porpora. Fiorisce da agosto ad ottobre Si usa : E’ indicato per le persone che sono sfiduciate, pessimiste, e che si deprimono quando qualcosa va male o non va come avevano pensato. Per persone che non riescono ad affrontare realisticamente gli ostacoli della vita: una malattia, un lutto, un insuccesso. Sono persone dove la depres-sione è sempre in agguato, e che si abbattono al primo ostacolo. Effetti : Aiuta ad avere un atteggiamento più positivo nei confronti della vita, e a non scoraggiarsi ed abbattersi quando accadono imprevisti. Restituisce il giusto equilibrio psicofisico, la fiducia e la voglia di lottare. Agisce sul 1°, sul 4° e sul 6° Chakra. Sintomi : Depressione, pessimismo, scoraggiamento, perdita di speranza. Frase positiva : « La vita mi offre tantissime cose belle, devo imparare a co-glierle. Non devo lasciare che il pessimismo si impossessi di me ».

Slide23:

13. Gorse (Ginestra spinosa) E’ un arbusto spinoso, tipico delle regioni a clima temperato, che cresce su terreni aridi, pietrosi, roc- ciosi, su terreni da pascolo aridi e su pianure incolte. Diventa un arbusto che può raggiungere fino ai 3 mt. di altezza. Fiorisce da febbraio a giugno. I suoi fiori sono profumati e di un colore giallo intenso. Si usa : E’ indicato per le persone che si sentono vinte dalle avversità della vita e che non hanno più la forza di andare avanti. Per le persone che hanno ormai perso la speranza e che sono convinte che per loro non ci sia più niente da fare. Sono persone che hanno perso la voglia di vivere. E’ il rime-dio per chi ha ormai «gettato la spugna» e non spera più in niente. Effetti : Serve a ridare speranza a chi l’ha perduta. Aiuta ad accettare le si-tuazioni difficili ed attenua la disperazione. Ridona la voglia di lottare e di ritornare a vivere. Rovesciamento del pessimismo in ottimismo. Agisce sul 1° e sul 3° Chakra. Sintomi : Tendenza al suicidio, pessimismo, depressione, angoscia, dispe-razione, mutismo, energia vitale esaurita, prostrazione psicofisica. Frase positiva : « La vita è una cosa meravigliosa ed è degna di essere vis-suta in ogni suo momento. Mai dire mai, la parola «resa» non esiste».

Slide24:

14. Heather (Callunna) E’ un arbusto nano che può raggiungere fino ad 1 mt. di altezza. Fiorisce da giugno a settembre. Ha foglie piccole e fiori a calice, forniti di 4 peta- li, di colore violetto o lilla. Cresce su terreni aridi e acidi, nelle paludi e sulle pianure aperte calca- ree, dove poche altre piante riescono a vivere. Si usa : E’ indicato per le persone che devono essere sempre al centro del-l’attenzione, soffocando gli altri. Per quelle persone estroverse che parlano solo loro e non lasciano spazio a nessuno. La grande paura di queste per-sone è la solitudine, soffrono di mancanza d’affetto ed hanno un grande senso di vuoto dentro, e così scaricano le loro ansie ed angosce sugli altri. Effetti : Aiuta ad essere più misurati nel rapporto con gli altri; aiuta ad esse-re meno egocentrici, più sicuri di sé e a non avere paura della solitudine. Agisce sul 5° Chakra. Sintomi : Disturbi immaginari, insonnia, eccitazione logorroica, isteria, crisi asmatiche, ipocondria, claustrofobia, ipertensione, dermopatie. Frase positiva : « Non ho bisogno di invadere lo spazio altrui per essere ac-cettato. So immedesimarmi nei problemi altrui e so ascoltare il prossimo ».

Slide25:

15. Holly (Agrifoglio) E’ un arbusto perenne, sempreverde, dalle foglie lucide . Cresce nei boschi e nelle mac-chie. I fiori sono bianchi, leggermente profu-mati. Fiorisce da aprile a maggio. E’ un orna-mento natalizio dalle bacche rosse e dalle foglie con delle spine aguzze. Si usa : E’ indicato per le persone che, a volte, sono assalite dall’ invidia, gelosia, sospetto, odio, vendetta. Sono persone dal cuore chiuso ed inari- dito, non si sentono amate e non amano. Hanno un’anima piena di veleno; sono rigidi, con un’espressione dura che allontana gli altri. Effetti : Permette di sperimentare l’apertura del cuore e di interagire con gli altri, accettandoli con amore. Elimina o attenua i sentimenti negativi verso gli altri. Riequilibra l’affettività, sviluppa l’amore e l’autostima. Agisce sul 3°, sul 4° e sul 5° Chakra. Sintomi : Rapporti difficili con gli altri, depressione, insonnia, disturbi epatobiliari e gastrici, coliche biliari, paranoia, rigidità. Frase positiva : « Anch’io faccio parte del mondo e perciò apro il mio cuore agli altri; sono in grado di gioire del successo altrui come gioisco del mio ».

Slide26:

16. Honeysuckle (Lonicera) E’ un arbusto rampicante, molto forte. Cresce nei boschi, sottoboschi e nelle brughiere, sempre in luoghi non troppo esposti al sole, perché ama l’ombra. I fiori sono molto profumati. Fiorisce da luglio ad agosto, e le corolle sfumano dal rosso al rosa e dal bianco al giallo. Si usa : E’ indicato per le persone che vivono ancorate nel passato e non accettano il presente e vivono ripensando ai tempi andati. Sono dei nostal-gici intrappolati in un passato che non c’è più. Mancano di interesse per il presente e vivono di rimpianti e di ricordi. Vogliono fermare il tempo e non accettano la vecchiaia che avanza. Sono rigidi interiormente, tristi e malin-conici, romantici, poco reattivi ed incapaci di ridere e scherzare. Effetti : Aiuta a guardare in modo sereno al passato e a stabilire un buon rapporto con il presente, guardando al futuro. Aiuta ad accettare i cambia-menti che la vita offre. Adatto per aiutare in caso di lutti. Agisce sul 6° Chakra. Sintomi : Crisi di pianto, depressione, senso di solitudine, malinconia. Frase positiva : « Vivo nel presente con i suoi problemi e le sue gioie; non devo restare aggrappato alle cose del passato anche se le amo molto ».

Slide27:

Si usa : E’ indicato per le persone che si sentono particolarmente stanche e spossate e perciò affrontano con difficoltà la quotidianità. Per quelle persone che si sentono sfinite mentalmente e fisicamente, e che pensano di non farcela perché sono senza energia, sono affaticate, si sentono esauste ed hanno anche un sovraccarico mentale. Effetti : Riequilibra l’energia permettendo alla mente di rigenerarsi. Recu-pero della potenzialità fisica. Ridona una carica di forza, vigore ed ener- gia e la persona ridiventa attiva, determinata, forte e rigenerata. Agisce sul 1°, sul 2°, sul 6° e sul 7° Chakra. Sintomi : Mal di testa, occhi stanchi, tempie martellanti, stanchezza croni-ca, debolezza, insonnia. Frase positiva : « Ho energia sufficiente per fare ciò che devo fare; la mia mente è libera e pronta per affrontare la vita ». E’ un albero ornamentale alto fino a 20 mt. La chioma è molto densa. I fiori maschili sono penduli e giallastri, quel- li femminili sono eretti e di colore cre- ma e sbocciano da aprile a maggio. 17. Hornbeam (Carpino bianco)

Slide28:

18. Impatiens (Balsamina) E’ una pianta erbacea perenne, alta fino a 180 cm. Cresce presso i fiumi, le sponde dei canali e su terreni umidi, perché ama l’umidità. I fiori sono di un colore che varia dal bianco al rosa, dal viola, al lilla. Fiorisce da luglio a settembre. Si usa : E’ indicato per le persone che hanno sempre fretta, che hanno dei ritmi di vita molto veloci, in pratica per tutti gli iperattivi e gli impazienti. Per quelle persone che non riescono a tollerare chi, viceversa, è più tran- quillo. Ogni cosa per queste persone è troppo lenta. Vogliono tutto e subi- to. Per chi è irritabile, ed ha incapacità di stare fermo. Effetti : Aiuta ad essere più rilassati e meno iperattivi, favorendo il rallenta-mento dei propri ritmi, acquistando così, la calma e la pazienza. Il fiore lavora sul sistema nervoso e sul metabolismo. Agisce sul 5° Chakra. Sintomi : Aggressività, disturbi della digestione, tensioni muscolari, crampi. Frase positiva : « Conosco la virtù della pazienza e mi lascio guidare da es-sa; sono cosciente del fatto che ognuno ha la sua misura ».

Slide29:

19. Larch (Larice) E’ un albero alto fino a 40 mt. che vive sulle Alpi. Cresce sulle colline e nei boschi. I suoi fiori maschili sono gialli, quelli femminili sono rossi, e sbocciano in primavera. Si usa : E’ indicato per le persone che non hanno fiducia in se stesse, che si sentono dei perdenti, si sottovalutano e soffrono di complessi di infe- riorità. Sono persone che vivono nel presentimento di un fallimento immi- nente; autolesioniste, timide e che temono il giudizio altrui. Effetti : Infonde fiducia in se stessi, insegna a non scoraggiarsi e a pren-dere iniziative. Si impara a guardarsi dentro e si recupera l’autostima e la corretta valutazione di sé. Aiuta ad andare avanti con più sicurezza. Agisce sul 2° e sul 3° Chakra. Sintomi : Cattivo umore, ricerca dell’isolamento, senso di impotenza, introversione, pessimismo, tristezza, scoraggiamento, tachicardia, mal di testa, asma, ipotensione, fiacchezza, poca concentrazione, rigidità. Frase positiva : « Supero le esperienze negative passate e guardo al futu-ro con occhi nuovi; non si può sempre vincere, ma non per questo biso-gna arrendersi. Affronto ogni giorno con coraggio e voglia di vivere ».

Slide30:

20. Mimulus (Mimmolo) E’ una piantina alta circa 50 cm, che ama i terreni umidi; cresce vicino ai corsi d’acqua. Fiorisce da giugno a settembre. Le sue grandi corolle hanno 5 petali gialli, spesso con delle macchie rosse. Si usa : E’ indicato per le persone che hanno paura delle cose del mondo. Sono persone silenziose, molto sensibili e che hanno difficoltà a rappor- tarsi con gli altri. Pacate, timide, non sopportano i rumori forti, il chiasso, la luce forte e spesso arrossiscono. Non sono bene integrati nel mondo in cui vivono e non parlano volentieri con gli altri. Sono insicuri e riservati. Effetti : Permette alla persona di reintegrarsi nel mondo e a non averne più paura. Stimola ad avere più coraggio. L’ansia si trasforma in calma. Agisce sul 1°, sul 2°, sul 4° e sul 7° Chakra. Sintomi : Timidezza, insicurezza, sudorazione eccessiva, attacchi di pani-co, batticuore, tachicardia, palpitazioni, bruciori gastrici, tosse secca. Frase positiva : « Mi avvicino alle mie paure e le sconfiggo con determina-zione. Ho il coraggio di uscire dal mio guscio e di confrontarmi con chi mi circonda ».

Slide31:

21. Mustard (Senape selvatica) E’ una pianta eretta alta fino a 60 cm. Cresce nei campi e sui bordi delle strade. I suoi fiori, che sbocciano da aprile a settembre, sono piccoli e di un colore giallo luminoso. Si usa : E’ indicato per le persone che senza una apparente ragione, im-provvisamente, diventano tristi, malinconiche o depresse. A quel punto tutto ciò che vogliono è restare soli e non vedere nessuno. Sono persone spente, che parlano poco, passivi, introversi, inconsolabili. Effetti : Ridona la capacità di affrontare con equilibrio gli alti e bassi della vita. La tristezza diventa gioia di vivere. E’ da considerarsi il rimedio della rinascita, in quanto aiuta a ritrovare la serenità e l’equilibrio e la voglia di vivere. Agisce sul 2°, sul 3° e sul 5° Chakra. Sintomi : Stato depressivo, inappetenza, angoscia, disturbi ossessivi. Frase positiva : « Reagisco alla depressione perché non ho un reale motivo per essere triste; nulla potrà più turbare la pace del mio animo ».

Slide32:

22. Oak (Quercia) E’ un albero alto fino a 40 mt. di altezza e longevo, che può arrivare fino a 800 anni di età. Ha un tronco robusto e una grande chioma. I suoi fiori maschili sono penduli e giallastri, quelli femminili sono di colore rosato, che con l’impollinazione diventano ghiande. Fiorisce da aprile a maggio. Si usa : E’ indicato per le persone forti che improvvisamente subiscono un crollo psicologico per l’eccessiva stanchezza. Sono persone che vanno avanti con determinazione abusando delle proprie forze, ignorano la stan-chezza e alla fine crollano, per esaurimento della loro energia. Effetti : Aiuta a capire l’importanza di rilassarsi e di riposarsi. Permette di prendersi le meritate pause. Addolcisce il senso del dovere e dona una vi-sione più ponderata della lotta per la vita. Conferisce coraggio e tenacia. Agisce sul 3° Chakra. Sintomi : Esaurimento nervoso, collasso, ansia, tachicardia, agitazione. Frase positiva : « Sono cosciente dei miei limiti e mi riposo. Nel riposo e nello svago ritrovo la mia forza. Devo imparare a rispettare me stesso e i miei bisogni; la vita non è fatta solo di lotta ma anche di calma ».

Slide33:

23. Olive (Ulivo) E’ un albero mediterraneo, alto fino a 10 mt, con il tronco fessurato e la corteccia grigia. E’ una pianta molto longeva, può vivere fino a 1.500 anni. I fiori sono disposti a grappoli, piccoli e bianchi. Fiorisce da aprile a giugno. Si usa : E’ indicato per le persone che dopo uno sforzo molto grande, sia mentale che fisico, sono sfinite, stanche ed esaurite, non hanno più ener- gie per affrontare le minime incombenze e desiderano solo dormire. Effetti : Ridona l’energia perduta, torna l’ottimismo e la fiducia, rinasce il gusto e la gioia di vivere, dissolve la stanchezza. Rivitalizza e fortifica il corpo e la mente. Rafforza il sistema immunitario. Agisce sul 4° Chakra. Sintomi : Esaurimento psicofisico, mancanza di forza e di energia, pro-strazione, depressione, stanchezza cronica, sfinimento. Frase positiva : « Riconosco e rispetto le necessità del mio corpo; il mio fisico non è illimitato, devo fermarmi e riposare. Per poter andare avanti senza esaurirmi devo dosare le mie energie ».

Slide34:

24. Pine (Pino Silvestre) E’ un albero dal fusto eretto, alto fino a 40 mt. con foglie aghiformi sempre- verdi. Cresce nei boschi e nelle bru- ghiere. Fiorisce da aprile a giugno; i fiori maschili sono gialli e ricchi di polline, quelli femminili sono rosati. Si usa : E’ indicato per le persone che non sono mai soddisfatte di quello che fanno e sono convinte di non meritare niente e nessuno. Mancano di autostima, di amore per se stessi e di gioia di vivere. Soffrono di sensi di colpa, senso di inferiorità, scoraggiamento cronico e di rimorsi. Effetti : Aiuta a non avere più sensi di colpa o di inferiorità. Aiuta a capire i propri limiti, dando ottimismo, dinamismo e accresce l’autostima. Si smette di rimproverarsi e si acquisisce l’amore per sé stessi. Agisce sul 1° e sul 4° Chakra. Sintomi : Crisi isterica, disturbi respiratori, aritmie, tachicardia, cefalea, mal di schiena, dolori articolari e reumatici, depressione profonda. Frase positiva : « Mi accetto e mi amo per quello che sono; libero la mia mente dai sensi di colpa e dai rimorsi ».

Slide35:

25. Red Chestnut (Ippocastano rosso) E’ un albero con la chioma folta, alto circa 15 mt. In aprile si ricopre di fiori di colore rosa intenso e rosso, presenti in grappoli e con il calice rivolto verso l’alto. E’ comune nei parchi e nei viali, come albero ornamentale. Si usa : E’ indicato per le persone che si preoccupano in maniera esagerata del benessere delle persone che amano, perché temono sempre che acca-da loro qualche sventura. Sono persone insicure, che proiettano le proprie angosce sugli altri. Vedono pericoli e disgrazie dappertutto. Effetti : Stimola ad avere pensieri positivi, l’apprensione si trasforma in af-fetto equilibrato. Aiuta ad equilibrare i legami ossessivi. Sparisce l’ansia. Agisce sul 4° Chakra. Sintomi Ansia, cefalea, crampi allo stomaco, apprensione eccessiva, tachicardia, disturbi del metabolismo, asma, ipertensione, dermopatie. Frase positiva : « Non mi faccio sopraffare dai brutti pensieri e dalle preoc-cupazioni; guardo il mondo con ottimismo e fiducia. Sono conscio delle mie paure e non le scarico sugli altri ».

Slide36:

26. Rock Rose (Eliantemo) E’ una piccola pianta perenne che cresce nei prati e nel sottobosco. I fiori, con 5 petali, di un bel colore giallo brillante, sbocciano da aprile a settembre e non vivono per più di due giorni. Si usa : E’ indicato per le persone che hanno una paura incontrollata che le rendono incapaci di reagire. La persona si lascia travolgere dalle proprie emozioni. Il suo sistema nervoso è in tilt, la paura si trasforma in panico estremo e resta bloccata, con il cuore in gola, incapace di reagire. Si sveglia nella notte in preda ad incubi. E’ uno stato fortemente destabilizzante, con paralisi momentanea dei movimenti, della parola, della vista e dell’udito. Effetti : Ridona la calma e il coraggio e si riacquista la padronanza di sé. Ri-dona il sangue freddo e la capacità di tenere in pugno la situazione. Agisce sul 2° e sul 4° Chakra. Sintomi : Collasso nervoso, paralisi motrice, cuore in gola, mani sudate, tremore, tachicardia, paura della morte, stress acuto, svenimento, afonia. Frase positiva : « Posso controllare il mio sistema nervoso in ogni situazione; sono in grado di trasformare la mia paura in coraggio ».

Slide37:

27. Rock Water (Acqua di Roccia) E’ l’unico rimedio di Bach che non è un fiore. Si tratta, infatti, di purissima acqua di fonte, portata da sorgenti pure nella natura incontaminata, a cui gli abitanti della zona attribuiscono proprietà terapeutiche. Si usa : E’ indicato per le persone che sono troppo rigide con se stesse. Sono persone che vivono seguendo regole ferree che loro stesse si im-pongono. Amano la disciplina e coltivano ideali molto rigidi che mettono in pratica. Sono persone dogmatiche e chiuse, severi giudici di se stessi. Effetti : Aiuta ad essere meno rigidi, ad avere maggiore flessibilità mentale ed elasticità caratteriale; aiuta a trovare un giusto equilibrio tra corpo e spirito e ad immettersi nel grande fiume che è la vita e a lasciarsi andare. Agisce sul 1°, sul 4° e sul 6° Chakra. Sintomi : Rigidità morale e mentale, repressione, autocontrollo dei bisogni fisici ed emozionali, disordini alimentari, stipsi cronica, dermopatie. Frase positiva : « Mi apro a nuove esperienze e lascio che le cose seguano il loro sviluppo; seguo le mie esigenze senza opporre resistenza, riduco la mia rigidità e godo dei piaceri della vita ».

Slide38:

28. Scleranthus (Scleranto Centigrani) E’ una pianta cespugliosa alta fino a 70 cm. Cresce nei campi, sui terreni sabbiosi e ghiaiosi. Fiorisce da luglio a settembre. Si usa : E’ indicato per le persone che non sanno mai decidersi per l’una o l’altra cosa. Sono persone eternamente indecise, che non riescono a con-centrarsi su ciò che vogliono. La loro indecisione deriva dall’incapacità di rinunciare ad una cosa a vantaggio dell’altra. Sono persone immature, che non riescono ad imboccare la strada giusta per la loro vita. Effetti : Aiuta ad avere più potere decisionale e a comprendere che cosa realmente si desidera. Aiuta ad avere chiarezza interiore. Si mettono sotto controllo gli sbalzi di umore e si recupera l’equilibrio emozionale. Agisce sul 4° e sul 5° Chakra. Sintomi : Depressione, apatia, crisi di nervi, malessere diffuso, insonnia, instabilità, mancanza di concentrazione, stress, ipocondria. Frase positiva : « Trovo il mio equilibrio sia interiore che esteriore; acqui- sto la capacità decisionale che mi permette di fare le giuste scelte per la mia vita, e non ho dubbi ».

Slide39:

29. Star of Bethelhem (Stella di Betlemme) E’ una pianta erbacea perenne, alta fino a 50 cm. Cresce nei boschi e nei campi. Fiorisce da marzo a maggio, con tante piccole corolle con 6 petali bianchi. Si usa : E’ indicato per le persone che hanno subito un trauma, sia fisico che mentale, o uno shock, collegato a eventi passati (lontani o recenti). Con questo rimedio si rimuovono i blocchi che hanno causato i traumi non smaltiti, (un lutto, una malattia, una brutta notizia, la perdita di lavoro) agendo come una medicina che rimargina le ferite del corpo e dell’anima. Effetti : Smuove l’energia bloccata, aiuta il fluire delle emozioni e rimette in moto la capacità di fronteggiare qualsiasi situazione. Il rimedio lenisce la sofferenza interiore e dissolve gli effetti del trauma. Agisce sul 3° e sul 4° Chakra. Sintomi : Malattie psicosomatiche, insonnia, alopecia, dermatosi, dolore represso e non smaltito, depressione, voglia di fare niente, solo dormire. Frase positiva : « Sviluppo la mia forza interiore che mi aiuta a liberarmi del passato; ritroverò la forza e l’energia per superare i momenti brutti ».

Slide40:

30. Sweet Chestnut (Castagno dolce) E’ un albero alto fino a 40 mt, di altezza, che può vivere fino oltre 1000 anni, con un tronco tondeggiante e la corteccia screpolata. Fiorisce in giugno a agosto; i fiori maschili sono gialli, quelli femminili verdi. Cresce nei boschi e terreni umidi. Si usa : E’ indicato per le persone che hanno raggiunto il limite di sopporta- zione e la cui disperazione non può essere superiore. Per chi non vede più nessuna speranza e nessuna via d’uscita. Quando la mente o il corpo sen-tono di essere arrivati al limite e stanno per cedere e sembra che non resti che l’annientamento. Sensazione di morte interiore. Disperazione estrema. Effetti : Ridona fiducia e nuovo impulso, si allenta l’angoscia e la dispera-zione. Aiuta a ridonare uno stato d’animo più sereno, ritrovando la forza e la speranza per andare avanti a vivere. Agisce sul 1° e sul 7° Chakra. Sintomi : Grave scoraggiamento, esaurimento fisico e nervoso, caduta di capelli, depressione profonda, anemia, stato acuto di disperazione. Frase positiva : « So che il buio non può durare per sempre e con speranza attendo la luce. Ritrovo la forza e la speranza di andare avanti ».

Slide41:

31. Vervain (Verbena) E’ una pianta robusta ed eretta, alta fino a 60 cm. Cresce su terreni aridi, ai bordi delle strade, nei prati e nei cam- pi. I fiori sono piccoli, di colore rosa, viola, lilla, o malva. Fiorisce da luglio a settembre. Si usa : E’ indicato per le persone che sprecano tante energie per raggiun-gere un obiettivo senza rispetto di sé e degli altri. Sono persone idealiste, rigide e tese ideologicamente, che non scendono a compromessi, che si sentono fortemente motivate e sacrificano tutte se stesse per l’ideale in cui credono. Hanno la tendenza a esagerare e questo spreco di energie rischia di rovinare loro la salute. Effetti : Aiuta a fermarsi, a rilassarsi in modo da rigenerarsi. E’ il rimedio per aiutare a «staccare la spina» per dare una giusta misura ai propri slanci. Dona il senso del limite e il rispetto delle opinioni. Si riacquista una tolleranza ideologica, morale e sociale. Agisce sul 3° e sul 5° Chakra. Sintomi : Crampi muscolari, disordini alimentari, cefalea, ipertensione. Frase positiva : « Mi armonizzo con i ritmi della vita e non spreco la mia energia. Razionalizzo i miei scopi ed elimino il fanatismo ».

Slide42:

32. Vine (Vite) E’ un pianta talmente nota da non aver bisogno di essere descritta. E’ diffusa in tutta Italia. Fiorisce da aprile a giugno, a seconda delle zone. I suoi fiori sono piccolissimi, di colore verde chiaro. Si usa : E’ indicato per le persone che sono convinte di sapere sempre co-sa è meglio per sé e per gli altri e cercano di imporre la propria opinione anche comandando. Sono persone con una spiccata e forte personalità e che hanno la tendenza a dominare gli altri, cercando di imporre, a volte anche con la forza, il proprio punto di vista. Effetti : Attenua la volontà di dominio sugli altri, rilassamento delle tensio- ni fisiche e mentali; aiuta a confrontarsi con gli altri in modo più sereno ed equilibrato. Attenua la tendenza di imporre le proprie opinioni agli altri. Dona un comportamento portato a farsi apprezzare spontaneamente. Agisce sul 4° e sul 6° Chakra. Sintomi : Disturbi neurovegetativi, cefalea, insonnia, dolori articolari e reumatici, malattie cardiache, nevrosi, psicopatie. Frase positiva : « Ascolto chi mi sta vicino, poiché tutti possono insegnar-mi qualcosa; sarò meno rigido e cercherò di comprendere il prossimo ».

Slide43:

33. Walnut (Noce) E’ un albero con il tronco dritto, molto ramificato, alto fino a 30 mt. di altezza. E’ presente in montagna e in pianura. Fiorisce da aprile a maggio. I fiori ma- schili sono verdi e pendenti, quelli fem-minili sono in gruppi di 1 - 4 fiori. Si usa : E’ indicato per le persone che possono essere influenzate dagli altri o dall’ambiente nei momenti di transizione della propria vita. Sono persone che sanno quello che vogliono, ma che alle volte, nei momenti di grande cambiamento nella propria vita, diventano instabili e confuse. Effetti : Aiuta quando bisogna fare delle scelte importanti, annullando l’esitazione. Aiuta ad affrontare i diversi stati d’animo che si presentano ai cambiamenti della vita. Fortifica nelle decisioni, aiuta ad essere stabili nelle proprie idee. Si accettano serenamente i cambiamenti inevitabili. Agisce sul 1° e sul 3° Chakra, ma riequilibra molto bene anche gli altri 5. Sintomi : Cefalea, vertigini, insonnia da cambiamento, depressione, iper-tensione, stress, tensioni, nervosismo. Frase positiva : « Vivo la mia vita senza condizionamenti, agisco in libertà e serenità; spezzo le catene che mi legano al passato ed accetto gli ine-vitabili cambiamenti nella mia vita ».

Slide44:

E’ una pianta acquatica, alta fino a 40 cm. il cui habitat sono le acque sta- gnanti, poco profonde e pulite, dei fossi e degli acquitrini. I fiori sono di colore viola, bianco e lilla. Fiorisce da aprile a luglio. Si usa : E’ indicato per le persone che hanno una vita interiore molto in-tensa e profonda ma non riescono ad aprirsi con gli altri e quindi vivono molto in solitudine. Sono persone che tendono a controllare le proprie emozioni, e quindi possono apparire fredde e distaccate. Effetti : Aiuta ad isolarsi di meno; aiuta ad avere maggiore comunicazione ed aiuta ad uscire dalla propria solitudine. La freddezza si muta in calore, si impara ad aprirsi, cadono riserbo e distacco. Si esce dalla solitudine. Si impara ad amare, donando un sorriso, una parola gentile, una carezza. Agisce sul 3° e sul 4° Chakra. Sintomi : Cefalea, tensione muscolare, disturbi dell’alimentazione, dieta disordinata, insonnia, allergie. Frase positiva : « Condivido il mio mondo con gli altri; anch’io faccio par-te del mondo come tutti; l’uomo non è nato per vivere da solo ». 34. Water Violet (Violetta d’acqua)

Slide45:

35. White Chestnut (Ippocastano bianco) E’ un albero possente, alto fino a 30 mt; le foglie sono seghettate. Fiorisce da maggio a giugno. I fiori sono bian-chi e riuniti in infiorescenze a pannoc-chia. Si usa : E’ indicato per le persone che lavorano troppo mentalmente e quindi non riescono a rilassarsi. Per quelle persone i cui pensieri ronzano nel cervello in maniera ossessiva impedendo la concentrazione sul lavoro e sul quotidiano. Rimuginano senza tregua, ossessionati da ricordi e traumi. Sono soggetti tormentati dalla propria mente. Effetti : Aiuta a riprendere il controllo dei propri pensieri, a riavere la lucidi-tà mentale. Ridona la pace mentale, fermando l’incalzare dei pensieri. Ci si libera dal turbamento e si acquisisce la calma, la tranquillità e la pace. Agisce sul 4° e sul 5° Chakra. Sintomi : Insonnia, distrazione, stanchezza, emicrania, confusione, ansia, angoscia, sudorazione notturna, allergie, cefalea, depressione. Frase positiva : « La mia mente è libera e il mio corpo è rilassato; ragiono con calma e trovo la soluzione alle cose. La calma e la tranquillità fluisco-no in me, controllo i miei pensieri e riesco a rilassarmi ».

Slide46:

36. Wild Oat (Avena selvatica) E’ una graminacea che può superare 1 mt. di altez- za; si trova praticamente ovunque. Cresce nei bos-chi umidi e ombrosi, nelle prossimità delle siepi, tra gli arbusti e vicino ai sentieri. Fiorisce da maggio a giugno. I suoi fiori, maschili e femminili, sono na-scosti tra le infiorescenze, formando una pannoc-chia di fiori sempre pendente. Si usa : E’ indicato per le persone che sono degli «eterni indecisi» sulla strada da prendere nella vita, in quanto pur volendo fare qualcosa di im-portante, non sanno esattamente cosa, e tutto ciò li porta a barcamenarsi tra una cosa e l’altra, senza però riuscire a trovare la strada giusta per lo- ro e questo alimenta uno stato di frustrazione che porta alla depressione. Effetti : Aiuta a comprendere in quale direzione andare. Il rimedio rende la persona equilibrata, decisa e capace di prendere decisioni importanti. Ci si libera dai condizionamenti, aiuta nella scelta dei passi da compiere. Re-cupero del senso della realtà, si riconosce la propria vocazione. Agisce sul 1° e sul 6° Chakra. Sintomi : Nervosismo, instabilità, insicurezza, insoddisfazione, disturbi re-spiratori, ipotensione, apatia, disturbi digestivi, vertigini, depressione. Frase positiva : « Avrò chiari i miei interessi e i miei valori, farò luce nella mia mente; trovo la mia strada e la seguo fino in fondo e mi realizzo ».

Slide47:

37. Wild Rose (Rosa selvatica) E’ un arbusto spinoso a forma di cespu-glio, alto oltre 2 mt. presente in pianura e in montagna. Fiorisce da maggio a luglio . I fiori bianchi, bianco-rosato e rosa, chiaro o scuro, si aprono singolar-mente o a gruppi di tre. Si usa : E’ indicato per le persone che si sono definitivamente arrese e non hanno più alcuna aspettativa dalla vita e vivono in uno stato di assoluta apatia a livello fisico e mentale e non lottano più per la vita. Sono persone che si sono rassegnate ad accettare le cose, così come vengono, senza più alcun interesse per la vita. Non vivono più, ma vegetano. Effetti : Ridona la voglia di ricominciare a vivere, a riavere interesse per le cose che si possono ancora fare. Ridona la speranza che qualcosa di bel-lo e di buono può ancora accadere. Si ritrovano motivazione ed iniziativa. Agisce sul 2° Chakra. Sintomi : Stanchezza cronica, depressione, spossatezza, cattiva digestio-ne, allergie, malattie circolatorie e cardiache. Frase positiva : « Riattivo la mente e il corpo per ricominciare a vivere; tro-vo la forza per lottare e risolvere i problemi; ricomincio a sperare e a vede-re i lati positivi delle cose; ritrovo la gioia di vivere ».

Slide48:

38. Willow (Salice piangente) E’ un albero che ama le zone umide, cresce lungo i fiumi e i torrenti e nei pressi degli acquitrini. I fiori, gialli, i maschili, e verdi, quel-li femminili. Fiorisce da marzo ad aprile. I suoi rami pendono languidamente, arrivando anche a toccare il suolo. Si usa : E’ indicato per le persone che fermandosi a fare un bilancio della propria vita, provano amarezza e risentimento per come è andata ed invi- diano il successo degli altri, e vedono solo quello che non hanno realizza- to. Incolpano gli altri di come è la loro vita, vedono tutto nero, e riversano all’esterno le loro frustrazioni. Si sentono vittime del destino. Effetti : Ridona coraggio, ottimismo e fiducia in sé stessi e nella vita, donan-do nuovo vigore e capacità di apprezzare le cose belle che la vita offre. Re-cupero di una visione positiva dell’esistenza, atteggiamento responsabile. Agisce sul 1°, sul 4° e sul 5° Chakra. Sintomi : Disturbi dell’umore e dell’appetito, perdita di capelli, risentimento, amarezza psicologica, depressione, dolori articolari, ipocondria. Frase positiva : « Non sono vittima delle circostanze perché posso modifi-carle; ritrovo l’ottimismo e la positività per una vita migliore. Abbandono il rancore e lascio spazio alla pace ».

Slide49:

Rescue Remedy Il Rescue Remedy è dato dalla miscela di 5 rimedi ( Cherry Plum, Clematis, Impatiens, Rock Rose e Star of Bethlehem). E’ un rimedio appo-sitamente studiato dal dott. Bach nel 1934, per far fronte alle situazioni di grande emergenza. Il rimedio, di solito, non si usa per cicli terapeutici, ma per situazioni transitorie, per risolvere stati d’animo negativi: shock, ansie, incidenti, attacchi di panico, debolezza, terrore incontrollabile, si-tuazioni improvvise, traumi, una cattiva notizia, un mal di testa dopo essersi arrabbiati, ecc. Viene preso anche co-me rimedio preventivo quando si suppone che si possano avere ansia, paura, agitazione, ad esempio, se si deve fare una visita medica che preoccupa, sostenere un esame, ecc. Il Rescue Remedy è un rimedio di pronto soccorso, molto prezioso quando un avvenimento scombussola il regime di una persona sul piano psico-energetico.

Slide50:

Ognuno di noi altro non è che una parte del Tutto, una tessera nel Mosaico Globale. Ognuno di noi è collegato all’altro, attraverso una vibrazione comune, ed in questo contesto, ognuno di noi ha una sua missione, un suo preciso compito da svolgere in questa vita. Siamo fatti di Anima Immortale e di corpo mortale; il nostro IO Superiore conosce la nostra missione. Quando si crea una frattura, perché la personalità non vive in armonia con il Campo Energetico Cosmi- co, ma al contrario, vive nell’illusione di una esi- stenza separata, ecco che subentra la malattia, quan-do avviene un allontanamento ed una distorsione negativa dalle Leggi Divine, la vibrazione cambia, si insinuano malesseri interiori, stati d’animo come la preoccupazione, la paura, l’insoddisfazione, l’impa-zienza, la tristezza, l’ansia, l’inquietudine, l’angoscia, i timori infondati, l’egocentrismo, l’avidità, il senso di inadeguatezza, la gelosia, il rimpianto, la stanchezza, la timidezza, l’indecisione, il panico, … e quando tutte queste emozioni perdurano nel tempo, queste si insinuano nel corpo fisico fino a sfociare nel sintomo di una malattia. I Fiori di Bach , con le loro vibrazioni, ristabiliscono l’equilibrio perduto, e aiutano a ritrovare l’energia positiva corrispondente, e dal miglioramento mentale si arriverà di conseguenza, ad un miglioramento fisico.

Slide51:

Musica: Forever in Love Fine di Mirella Giurco

authorStream Live Help